Incidente mortale in via Cassia: due morti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:19

Incidente stradale mortale a Roma sulla via Cassia, incrocio Via Formellese, alle 1.50 della scorsa notte. Un'auto Bmw 316 per cause da accertare ha perso il controllo ed ha centrato in pieno un pilone del viadotto. I due uomini in auto, il conducente di 49 anni e il passeggero 46enne, sono morti sul colpo. Le salme, a disposizione dell'Aurorità Giudiziaria, sono state portate al policlinico Gemelli. E' stato il gruppo Monte Mario della Polizia Locale a intervenire sul luogo del sinistro, chiudendo Via Cassia direzione centro fino alle 5 di questa mattina per i rilievi scientifici del caso.

Anziano investito

Un doppio sinistro stradale è avvenuto lunedì 18 novembre al Collatino. In quel caso, un uomo è sceso dall'auto con la quale aveva appena avuto un incidente ed è stato investito da una vettura in transito. Incidente al Collatino: scontro tra auto in via Grotta di Gregna, scende dalla vettura e viene investito. I fatti intorno alle 13:30 quando una Twingo condotta da una donna di 44 anni – ricostruisce Romatoday.it – si è scontrata con una Renault Clio alla cui guida c'era un uomo di 84 anni. Le due vetture vengono a contatto all'altezza dell'incrocio fra via Grotta di Gregna e la via Collatina. Un sinistro di lieve conto nel quale, a parte i danni alle macchine, non si registrano feriti.  L'84enne scende dalla Clio in attesa dell'arrrivo della Polizia Locale, ma mentre attraversa la strada viene investito da una Skoda Fabia condotta da un 19enne. Ferito l'84enne è stato affidato alle cure dell'ambulanza del 118 che lo ha trasportato al Policlinico Tor Vergata in gravi condizioni, ma da quanto si apprende non sarebbe in pericolo di vita.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.