LEFEBVRIANI, LA S. SEDE NOMINA L’ARCIVESCOVO FELLAY COME GIUDICE SU ALCUNI SACERDOTI

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:11

Nuovi passi in avanti sembrano siano stati fatti tra la Santa Sede e la Fraternità San Pio X. A testimoniare uno spiraglio di apertura è la decisione da parte del Vaticano di affidare il giudizio di uno dei sacerdoti appartenenti alla Fraternità al superiore, il vescovo Bernard Fellay.

“A volte, purtroppo, anche i sacerdoti fanno cose stupide, e hanno bisogno di essere puniti. E quando il caso è molto, molto grave dobbiamo fare ricorso a Roma. Così sono stato nominato da parte di Roma, dalla Congregazione per la dottrina della fede per dare giudizi, giudizi canonici della Chiesa su alcuni dei nostri sacerdoti – ha dichiarato il vescovo Falley – una bella contraddizione davvero”.

La situazione è stata spiegata a Vatican Insider dall’arcivescovo Guido Pozzo, segretario della Pontificia commissione Ecclesia Dei. “La decisione della congregazione per la dottrina della fede non implica che i problemi ancora esistenti siano stati risolti, ma è un segno di benevolenza e magnanimità. – ha dichiarato l’arcivescovo Pozzo – Non ci vedo alcuna contraddizione, ma piuttosto un passo avanti verso la riconciliazione”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.