MERCOLEDÌ 13 FEBBRAIO 2019, 10:19, IN TERRIS


UDIENZA GENERALE

Il Papa: "Solo il 'noi' porta la pace. 'Io' e 'tu' sono l'inizio della guerra"

La catechesi di oggi è stata dedicata a un commento del "Padre Nostro"

ANGELA ROSSI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
"C

osa manca nel Padre nostro?". E' questa la domanda che questa mattina, nel corso dell'udienza genereale, Papa Francesco ha rivolto agli oltre 7 mila fedeli presenti nell'aula Paolo VI. "Per fare presto lo dirò io: una parola che nei nostritempi tutti tengono in grande considerazione. Manca la parola 'io': mai si dice 'io'. Una volta il cappellano di un carcere - ha ricordato - mi ha chiesto: 'Padre, qual è l'opposto di 'io'?. Ingenuamente replicai: 'tu'. E lui: 'No, quello è l'inizio della guerra, solo il noi porta la pace". 


La preghiera

Dopo aver dedicato un commento al Padre nostro, il Pontefice ha parlato della preghiera in generale. "Nella preghiera, un cristiano porta tutte le difficoltà delle persone che gli vivono accanto: quando scende la sera, racconta a Dio i dolori che ha incrociato in quel giorno; pone davanti a lui tanti volti, amici e anche ostili; non li scaccia come distrazioni pericolose. Se uno non si accorge che attorno a sé c'è tanta gente che soffre, se non si impietosisce per le lacrime dei poveri, se è assefuatto a tutto, allora significa che il suo cuore è di pietra. In questo caso è bene supplicare il Signore che ci tocchi con il suo Spirito e intenerisca il nostro cuore. Cristo non è passato indenne accanto alle miserie del mondo: ogni volta che ercepiva una solitudine, un dolore del corpo o dello spirito, provava un forte senso di compassione, come le viscere di una madre". Il Pontefice, inoltre, ha detto che tutti dovrebbero chiedersi come pregano: se ci si apre al grido di persone vicine o lontane, oppure se si pensa alla preghiera come a una sorta di anestesia per stare più tranquilli. In questo caso, ha sottolineato, la preghiera non sarebbe più cristiana. Il Pontefice ha spiegato che nel dialogo con Dio non c'è spazio per l'individualismo.


Il saluto ai giornalisti di Askanews

Al termine dell'udienza generale, il Papa ha voluto rivolgere il suo saluto ai giornalisti presenti, in particolare al "gruppo di Askanews che attraversa un momento di difficoltà". 

 

 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Persecuzione dei cristiani nel mondo
AIUTO ALLA CHIESA CHE SOFFRE

Forum: "La persecuzione anticristiana nel mondo"

Il rapporto di Acs sarà presentato il 24 ottobre nella basilica capitolina di San Bartolomeo all’Isola
La scuola Giovanni Battista Pirelli di Milano, dove è avvenuto l'incidente
L'INCIDENTE

Tragedia a Milano, precipita bambino in una scuola

Il piccolo è ricoverato in condizioni gravissime
Giulia Lazzari, Roberto Lo Coco e la loro bimba
ADRIA

Morta la giovane mamma strangolata dal marito

La 23enne Giulia Lazzari, madre di una bimba di 4, era stata aggredita l'8 ottobre scorso
Un senza tetto
PADOVA

Domani la “Notte dei senza dimora”

Per sensibilizzare su povertà e marginalità con proposte, animazioni e incontri
A destra, Daniele Belardinelli, il tifoso del Varese ucciso dopo la partita Inter-Napoli il 26 dicembre 2018
STADIO E VIOLENZA

Arrestato l'ultrà che, il giorno dopo Natale, investì un tifoso con un suv

Legato a clan della camorra, il napoletano Manduca è stato incastrato da alcuni video
Buca stradale
OPERAZIONE

Arrestati funzionari Anas e imprenditori siciliani

Portati alla luce "rodati meccanismi corruttivi" all'interno dell'Anas di Catania
Inps

Così è

E'successo proprio in questi giorni ed è capitato anche a me. Sono stati arrestati alcuni malfattori che...
A sinistra, migranti diretti verso l'Europa; a destra, le bare delle prime vittime recuperate nel naufragio avvenuto nella notte tra il 6 e il 7 ottobre - Foto © Repubblica
MAR MEDITERRANEO

Si rinnova lo strazio di Lampedusa: sette corpi recuperati

Tra loro una mamma con il proprio figlio. Sul barchino erano in cinquanta
Guantoni da boxe
IL DRAMMA

Da Schaaf a Day: quando la tragedia è sul ring

Dalla morte dell'americano contro Primo Carnera fino al dramma di Chicago: quasi un secolo di interrogativi
Boris Johnson
REGNO UNITO

Brexit, Johnson strappa l'accordo a Bruxelles

Intesa ottenuta, rivisto il backstop ma il Dup si oppone: il voto in Parlamento è un'incognita
Foto di repertorio
EMERGENZA GIOVANI

WhatsApp, così in chat i ragazzini diventavano mostri

Video pedo-pornografici, Isis e insulti ai malati. Perquisizioni in tutta Italia
Prigione italiana - Foto © The Guardian

Carcere, sei guardie accusate di violenza e torture

Contestato il reato di tortura. Si cercano responsabili ed episodi analoghi