I KASABIAN PENSANO AD UNA LORO CASA DISCOGRAFICA “PER DARE VOCE A CHI NON CE L’HA”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:00

In una recente intervista, i Kasabian hanno parlato della possibilità di creare la propria casa discografica. Non interromperanno la loro carriera musicale, si sbrigano a chiarire, ma sarà un progetto totalmente indipendente. “Mi piacerebbe dare opportunità alle persone che non diranno la cosa giusta ogni volta in un’intervista… che non faranno sempre tutti felici.” Spiega Serge Pizzorno, chitarrista trentaquattrenne della band britannica: “Creare domande è il nostro lavoro”.

Sono molte le band che al momento non hanno voce e sono ostracizzate dalle grandi etichette musicali perché trattano temi meno popolari e, secondo i Kasabian, andrebbero valorizzate. “Man mano che faccio questo lavoro, noto cose che non mi piacciono e che mancano” continua Pizzorno.

Nel frattempo, la band ha appoggiato la recente censura dei video musicali troppo espliciti. “Non voglio che la mia bambina di tre anni, Mimi, possa accedere liberamente ai video provocanti di artisti come Rihanna e Miley Cyrus”, spiega il frontman della band Tom Meighan, che si preoccupa che la figlia possa copiare certi atteggiamenti.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.