La sessualità in quarantena

I nuovi modi in cui si sviluppa l'amore durante l'emergenza coronavirus, dalle chat hot alla complicità di coppia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:39

Come si fa a conoscere l’anima gemella, a sedurre qualcuno se sono tutti in quarantena? Semplice, allineandosi all’obbligo dei tempi: si fa a distanza. Se anche il sesso risente della situazione che si è creata in questa emergenza sanitaria, soprattutto se si considera che non è facile applicare il “distanziamento sociale” nella sessualità, è vero anche che sono tante le alternative che circolano, in particolare nel web. 

Cosa dicono le statistiche

I dati che dicono che i video hard sono al primo posto nelle preferenze degli italiani, tanto da indurre le diverse piattaforme del settore a riorganizzarsi e proporre alternative dettate dalle esigenze. Anche l’impresa del porno infatti si è fermata nel rispetto delle regole sanitarie. Ci sono quindi sempre più video amatoriale o escort che si prestano a riprese via cam del computer. Ci sono poi le videochiamate e le telefonate hot.

I numeri erano e continuano ad essere piuttosto complicati e i titoli in borsa al ribasso (un’azione del colosso MonsterMatch – l’app di dating che svela tutto il marcio degli appuntamenti online – costava oltre 92 dollari a metà gennaio, oggi 63 dopo una lunga altalena). Tinder, l’app regina controllata proprio dal gruppo statunitense, dopo un ottimo inizio del 2020 ha ovviamente registrato una flessione a marzo, sia come download dell’app che come fatturato. Ciò che fa riflettere sono le regole (e il galateo) che si stanno ribaltando. Se chiamare o concedersi a una videocall, prima del “lockdown”, sembrava eccessivo per cui si procedeva fondamentalmente per chat e semmai scambio di foto spesso poco credibili, in preparazione di un eventuale incontro dal vivo, adesso è tutto il contrario. E per certi versi perfino più immediato.

Il mercato di video e chat di incontri sul web, in questo periodo ha fatto affari, ma ha aumentato anche quella ricerca malsana della sessualità?

Potrebbe averlo aumentato, ma bisogna capire il perché considerando la situazione che tutti noi in questo periodo viviamo. La distanza sociale e l’impossibilità di incontrarci di persona porta alcuni soggetti, precedentemente abituati a incontrare persone, anche magari per sesso occasionale, ad evitare qualsiasi tipologia di incontro. Andando quindi a sfumare questa possibilità di incontro occasionale, l’alternativa diventa quella di incontrarsi in maniera virtuale, di ricercare quindi una persona o un compagno, una compagna che possa intrattenere anche quelle che sono magari le fantasie sessuali di qualcuno, che in questo momento, a causa di questo distanziamento sociale, non possono avvenire”. Così la dottoressa Anna Maria Casale, psicologa, psicoterapeuta e specialista in sessuologia e criminologia, alla redazione di Interris.it, ha descritto la situazione attuale degli incontri al tempo del coronavirus.

Alla base di questi rapporti c’è del sentimento o si tratta di un effimero bisogno fisico?

Ovviamente non si può generalizzare, però nella stragrande maggioranza dei casi, possiamo immaginare che questi incontri siano fatti a scopo puramente sessuale. Sicuramente è possibile che una persona voglia poter incontrare ed innescare anche in questo momento una relazione che possa andare aldilà di quella che è la sessualità pura e semplice, ma è pur vero che l’istinto è quello di andare, nel caso di persone sole o anche di partner che nella loro vita di coppia sono sessualmente insoddisfatte, alla ricerca di un incontro con soggetti con cui magari passare una sera – racconta la dottoressa -. Questo non esclude che ci possano essere altre persone che risentono maggiormente di una situazione di solitudine. Immaginiamo single che in questo momento vivono la solitudine casalinga e che quindi, in virtù di questa situazione, sviluppano più di prima, la voglia di cercare e ricercare una compagnia e quindi una compagna o un compagno da incontrare aldilà di quello che può essere l’incontro sessuale”.

Quanto influisce il rapporto malato con la pornografia in questo caso?

La sessualità come ricerca di una qualcosa in quanto tale, ha a che fare con un bisogno inarrestabile di sesso e sessualità così come la voglia di andare probabilmente a supplire la noia, la solitudine che si riempiono proprio con la sfera virtuale – continua la psicologa -. Quindi non possiamo attribuirla nello specifico a soggetti malati con una patologia sessuale, anche perché nello specifico quei soggetti andrebbero più alla ricerca di una persona con cui far sesso e non un immagine virtuale. In questo caso non ci vedrei un riferimento alla pornografia ma semplicemente voglia di compagnia, di andare a riempire quelle sfere che, ancor di più in questa situazione, risultano deficitarie”.

Le coppie che convivono hanno tanto tempo da trascorrere insieme, può essere utile per ritrovare un equilibrio di coppia?

É molto importante la quarantena sotto questo punto di vista, perché da più tempo per stare insieme, cosa che risulta quasi impossibile ai giorni nostri dato che corriamo sempre tutti da una parte e dall’altra. Allo stesso tempo, però – prosegue Casale -, è molto rischioso, perché da una parte riescono a trovare una bella armonia le coppie collaudate, viceversa il rischio di avere difficoltà e problemi vuoi perché non si è abituati, oppure perché grazie alla convivenza forzata si riscoprono degli aspetti del proprio partner che non si vedevano. A questo punto le coppie più che riavvicinarsi, scoppiano. Però volendo guardare il bicchiere mezzo pieno, per le coppie alla cui base c’è un sentimento vero, sicuramente possono avere l’opportunità di concedersi del tempo in più e magari anche rinforzare una coppia che a causa degli impegni quotidiani si era un po’ persa di vista”.

Quanto è importante per l’uomo un abbraccio, un bacio, il calore di una persona accanto?

É fondamentale soprattutto ora. L’abbraccio o il bacio sono sempre un ristoro per l’anima – conclude la dottoressa -, un conforto per la psiche, per cui sapere di poterlo ricevere o magari poterlo dare è una spinta energetica ed emotiva che ti sostiene e ti aiuta ad andare avanti nei momenti di difficoltà ed oggi più che mai stiamo comprendendo il valore di queste cose”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.