Fake news sulla salute: ecco le più virali (e dannose) del 2019

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:50
pandemia

Sono tante le “bufale” che girano sul web, dal gossip allo sport. Sono però potenzialmente pericolose le fake news (il termine inglese per segnalare le notizie mendaci) relative a salute e benessere, questo perché alcune persone potrebbero “abboccare” e fare (o farsi) del male.

Tumori

Tra le tante bufale girate nel 2019 su internet, alcune sono diventate virali. Secondo un'analisi stilata da Nbc News e riportata online, infatti, quelle più famose del 2019 sono state generate da 50 articoli e hanno prodotto da sole qualcosa come 12 milioni tra condivisioni, reazioni e commenti sul web, principalmente su Facebook. La Nbc ha utilizzato l'applicazione BuzzSumo (strumento che analizza i contenuti pubblicati sui social network) per svolgere l'analisi ed ha considerato solo gli articoli che hanno generato almeno 25 mila click tra commenti, condivisioni e reazioni online. Nei primi posti della classifica ci sono fake riguardanti la cura dei tumori. Per esempio: un gruppo di medici e scienziati di Big Pharma sta nascondendo la cura per il cancro; cibi e aromi come lo zenzero sono più efficaci della chemio; i noodle precotti aumentano il rischio di carcinomi; esiste un vaccino per il cancro del seno. Molte altre false notizie riguardano l'alimentazione. Per esempio: “Desideri perdere qualche chilo di troppo? Fai una bella sauna! Mangiare cibi senza glutine è più salutare. La pasta fa sempre ingrassare, l’ananas invece fa dimagrire Hai bisogno di ferro? Mangia tanti spinaci! Gli integratori multivitaminici fanno sempre bene e possono sostituire la frutta”. Questo genere di bufale sono un possibile pericolo per il benessere del cittadino. Infatti, sempre secondo lo studio della Secondo la Nbc, l'80% delle persone utilizza abitualmente il web per cercare informazioni che riguardano la salute e l'impatto che può avere sulla vita reale notizie come quella dello zenzero et simila è dirompente, se non mortale. Per tale motivo, è necessario garantire trasparenza e verità scientifica quando si parla di medicina: non si può giocare sulla salute e sulla vita delle persone per qualche “like” in più. Scopri tutte le altre bufale e fake news sulla salute sul sito dell'Istituto Superiore della Sanità (Iss).

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.