A MONTECITORIO L’ULTIMO SALUTO A INGRAO, BOLDRINI: “UNA VITA SPESA PER LA LIBERTA'”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:04

Applausi, cori, “Bella Ciao” e bandiere sono stati il salutato tributato a Pietro Ingrao, storico dirigente del Pci morto lo scorso 27 settembre a 100 anni, sulla piazza di Montecitorio, dove si sono svolti i funerali. “Una vita intera spesa per la libertà e la democrazia nel nostro Paese. Con Pietro Ingrao scompare una grande personalita’ della politica italiana. Un uomo colto, onesto e animato da una forte passione ideale – è stato il ricordo del presidente della Camera, Laura Boldrini – una persona circondata da grande affetto come hanno dimostrato i tanti cittadini e lavoratori che gli hanno reso omaggio in questi giorni. Pochi mesi fa, con una bella cerimonia, abbiamo festeggiato qui alla Camera il suo centesimo compleanno ed e’ stata l’occasione per riflettere sui tanti aspetti della sua figura intellettuale e politica. Non fosse altro che per questo suo lungo percorso di vita, considero corretto dire, come e’ stato evidenziato anche in questi giorni, che la figura di Ingrao e’ profondamente legata alla storia del Novecento”.

Molti cittadini sono accorsi per tributare l’ultimo saluto allo storico leader comunista. “Io sono venuta per dare un piccolo ricordo a lui, questo e basta, perché me ne parlava molto mio padre, una persona speciale, molto per bene, che si ascolta molto volentieri” ha raccontato una signora. “Quello che a me dispiace è che con questi funerali di Stato lo stanno imbalsamando, non lo rievocano così com’era”, ha affermato un signore che reggeva lo striscione rosso “Ciao compagno Pietro”. L’amico che gli sta accanto ha ricordato Ingrao invece “per l’umanità e anche il suo pensiero, molto critico e auto-critico soprattutto”. Infine, un altro signore presente a Piazza Montecitorio ha parlato di “un personaggio politico che ha dato molto all’Italia oltre che al partito, che ha sua volta ha dato molto all’Italia”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.