PALMIRA, L’ONU CONFERMA: L’ISIS HA DISTRUTTO IL TEMPIO DI BEL

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:46

Non c’è dubbio, il Tempio di Bel a Palmira è stato distrutto. Lo testimoniano le riprese da un satellite postate in rete da fonti delle Nazioni Unite. “Possiamo confermare la distruzione dell’edificio principale e di una fila di colonne nelle immediate vicinanze”, ha reso noto Unitar, agenzia Onu di ricerche e formazione che ha diffuso immagini del tempio prima e dopo lo scempio perpetrato dal Califfato.

E’ dal 21 maggio che gli uomini di Abu Bakr al Baghdadi controllano il sito archeologico ricco di testimonianze storiche. Il tempio babilonese dedicato a Bel (il “Signore”), il Giove dei romani, venne consacrato tra il 32 e il 38 davanti Cristo. La sua distruzione fa seguito a un altro gioiello dell’antichità: il tempio di Baal Shamin dedicato al dio fenicio delle tempeste.

Subito dopo la notizia della distruzione del tempio data dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, il responsabile governativo siriano dei musei e delle antichità, Mamoun Abdelkarim, aveva invece smentito che l’antico sito archeologico fosse stato raso al suolo, spiegando che i jihadisti avevano fatto detonare circa 30 tonnellate di esplosivo, ma che la struttura di base e le colonne avevano retto.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.