Sassate contro Salvini in un campo rom a Bologna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:53

Tensione, sassate e disordini oggi a Bologna, nei pressi del campo rom di via Erbosa, dove è stata assalita a calci e pugni da un gruppo di antagonisti l’auto con a bordo Matteo Salvini. Il segretario della Lega aveva annunciato una contestata visita al campo nomadi, i centri sociali risposto con un presidio all’ingresso. “Razzista schifoso, te ne devi andare da Bologna”, hanno gridato alcuni giovani antagonisti
prima di circondare la vettura, tentando di bloccarla. Ma l’auto è ripartita spazzando ai lati i manifestanti davanti alla vettura. Uno di loro è finito sul cofano e poi è salito sul tetto dell’auto. La vettura, seguita dai giovani dei centri sociali, si è poi allontanata con il lunotto posteriore sfondato, colpito da un sasso.

“Così gli infami dei centri sociali hanno distrutto la nostra macchina prima ancora che ci avvicinassimo al Campo Rom. Noi stiamo bene. Bastardi”, ha scritto subito dopo Salvini, descrivendo la foto della sua auto danneggiata pubblicata su Facebook. L’auto del leader leghista si era fermata a qualche centinaio di metri dal campo rom di via Erbosa, quando e’ stato raggiunto da alcuni contestatori dei centri sociali che presidiavano l’ingresso del campo. “Siamo stati circondati: se non fossimo andati via c’avrebbero ammazzato – ha poi commentato nuovamente Salvini – Siamo stati aggrediti da questi balordi, già noti alle forze dell’ordine. Le immagini parlano chiaro: se fossimo rimasti ci avrebbero massacrato”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.