Frustava la figlia con i cavi elettrici per impedirle di uscire con gli amici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:22

Siamo abituati a pensare che il “male” sia sempre fatto dagli altri; ancora più facile identificarlo con popoli di culture diverse, lasciando i giudizi a briglia sciolte. Poi accade che una di quelle news che sei abituato a leggere in Paesi lontani accade dietro casa. E’ la storia di una ragazza italiana frustata con i cavi elettrici e obbligata a inginocchiarsi su vetri rotti.

Con questi metodi un padre-padrone cercava di evitare che la figlia sedicenne uscisse con potenziali ‘fidanzatini’. E’ accaduto nell’Aretino. Il papà è accusato di maltrattamenti e la figlia è attualmente in una struttura protetta. I genitori non la possono vedere ma chiedono che il provvedimento sia annullato. E’ stata lei, secondo quanto ricostruito, a raccontare tutto ai carabinieri dopo quanto accaduto tra le mura domestiche.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.