Covid-19, Lazio: un terzo dei contagiati si trova in case di riposo

Negli ultimi giorni l'attenzione sulle case di ripose è massima, il Lazio ha predisposto una task force per monitorare e proporre soluzioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:23

Negli ultimi giorni l’emergenza Coronavirus nel Lazio ha destato particolare preoccupazione soprattutto per quanto riguarda le case di riposo. Qui infatti se si dovesse registrare un solo caso come già successo, si produrrebbe un effetto a catena mortale. Allora, l’Assessore alla Sanità laziale Amato ha formato una task force di controllo ed oggi afferma come: “nelle case di riposo c’è un terzo dei contagiati“.

Le parole dell’assessore

Si è conclusa alla presenza dell’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato l’odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere e Policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù. “Oggi registriamo un dato di 195 casi di positività con un aumento legato essenzialmente ai cluster nelle case di riposo e Istituti religiosi sui quali dobbiamo mantenere altissima l’attenzione e un trend comunque stabile al 10%. La somma dei casi registrati oggi nelle case di riposo arriva a 67 ovvero più di un 1/3 dei casi totali giornalieri, la situazione più complessa sulle case di riposo è nella provincia di Frosinone tra Fiuggi, Cassino e Veroli, si apre anche un fronte a Rieti, mentre a Roma città contiamo 46 casi positivi fra cui i casi della casa di riposo Giovanni XXIII. Abbiamo scritto ai Prefetti e ai Comuni per effettuare controlli a tappeto su queste strutture”, spiega D’Amato.

La Task Force

La Task Force nasce sotto l’impulso della prefettura di Roma che ha recepito le direttive dell’Istituto Superiore di Sanità. La squadra nasce con l’intento di monitorare e porre rimedio a ciò che sta accadendo in questi giorni nelle case di riposo. Oggi si è proceduto all’isolamento di una struttura, precisamente la casa di riposo Santa Lucia di Rieti, in cui ci sono attualmente 13 casi positivi posti in isolamento, “ma ne aspettiamo altri” fa sapere l’unità di crisi della Regione Lazio. La Asl di Rieti sta adottando tutte le misure previste e la situazione viene costantemente monitorata ed è stato avvisato il sindaco. “Si stanno eseguendo i tamponi su tutti i residenti della struttura fra cui alcuni religiosi”, aggiungono dalla Pisana.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.