Malesia: frana per forti piogge, 4 morti a Ampang

Quattro persone sono morte in Malesia in una gigantesca frana causata dalle piogge torrenziali insolitamente abbondanti per questa stagione che hanno colpito la città di Ampang

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00

Quattro persone sono morte in Malesia in una gigantesca frana causata dalle piogge torrenziali insolitamente abbondanti per questa stagione che hanno colpito la città di Ampang, alla periferia della capitale Kuala Lumpur. Lo hanno reso noti i servizi di emergenza locali riportati da Ansa.

Piogge torrenziali ad Ampang

Le piogge torrenziali cadute per una trentina di minuti ad Ampang – città situata nello Stato di Selangor il più popoloso della Malesia – hanno causato il crollo di una collina su un blocco di case, circa 15 abitazioni. Distrutte anche una decina di veicoli.

“Le quattro vittime accertate sono state trovate sepolte sotto circa due metri di fango: non sono riuscite a fuggire in tempo”, ha detto Norazam Samis, capo dei servizi di emergenza dello stato di Selangor. Una quinta persona è stata estratta viva dalle macerie.

La Malesia, tra le Nazioni più ricche dell’Asia

La Malesia (o anche Malaysia o Malaisia) è uno Stato federale dell’Asia sudorientale. Nella sua parte continentale la Malaysia confina a nord con la Thailandia, mentre in quella sul Borneo confina a sud con l’Indonesia. La sua popolazione è di poco più di 32 milioni d’abitanti su una superficie di circa 330.000 km².

E’ tra i Paesi mediamente più ricchi della zona. Indipendente dal Regno Unito dal 31 agosto 1965, all’inizio del XXI secolo è infatti una potenza regionale il cui PIL è il decimo dell’Asia e il ventinovesimo del mondo; è inoltre al quarto posto tra i Paesi di recente industrializzazione.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.