VENERDÌ 19 OTTOBRE 2018, 09:47, IN TERRIS


MANOVRA

Spread da record, debole Piazza Affari

Il differenziale apre a 331 e poi raggiunge 338. Moscovici: "Il debito impoverisce"

FRANCESCO VOLPI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
L'analisi dello spread
L'analisi dello spread
C

ontinua la salita dello spread complice la lettera con cui la Commissione europea ha contestato alla manovra italiana una deviazione "senza precedenti" dei conti pubblici rispetto alle regole contenute nel Patto di stabilità. 


Nuovo record

Ieri il differenziale ha chiuso a 327 punti, oggi ha aperto a 331 ed è poi cresciuto fino a quota 338, segnando un nuovo record da 5 anni a questa parte. Il rendimento del decennale italiano è pari al 3,72%. La Borsa di Milano ha aperto in calo l'ultima seduta settimanale. Il "primo" Fste Mib ha segnato un -0,39% a quota 19.059 punti; All Share -0,40%


Borse

Avvio debole per i listini europei dopo l'ultima correzione a Wall Street, con gli investitori che guardano alle persistenti tensioni sul commercio tra Cina e Usa, le prospettive di un aumento dei tassi da parte della Fed. Occhi puntati anche sulle vicende interne italiane relative alla manovra finanziaria. L'indice d'area stoxx 600 è in lieve rialzo (+0,1%). In positivo Londra (+0,24%), piatte Francoforte (-0,09%) e Parigi (+0,06%). In calo Madrid (-0,17%).


Moscovici

Della manovra italiana è tornato a parlare il commissario Ue agli Affari economici, Pierre Moscovici, nel corso di un'intervista ad Agorà (Rai3). Il debito, ha spiegato, "non è un fattore di espansione ma di impoverimento, il debito è la spesa meno produttiva e più stupida che esista". Il potere della Commissione, ha proseguito, "non è quello di bocciare una manovra ma se necessario di richiedere laddove non siamo d'accordo che la manovra venga presentata di nuovo con delle modifiche". Moscovici ha ricordato di essere venuto a Roma con tre domande per il governo italiano: "Chi finanzierà le spese pubbliche supplementari?". E ancora, "possiamo aumentare il deficit quando siamo già molto indebitati? L'Italia ha un debito pubblico del 130% un Paese che si indebita si impoverisce. Poi c'è un'altra domanda politica e giuridica. Le regole non le ho stabilite io ma la Commissione".

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Sea Watch
MIGRANTI

Il comandante della Sea Watch ai pm: "Rifarei tutto"

Arturo Centore, interrogato alla Procura di Agrigento, si sarebbe assunto la piena responsabilità di quanto accaduto
Migranti
GOVERNO

Sicurezza bis, via il riferimento al soccorso dei migranti

Nuova bozza che punta a risolvere le criticità palesate dal Colle. Il Viminale: "Ora l'approvazione"
Manifesto con il volto di Stefano Cucchi
IL PROCESSO

Cucchi, Arma e Difesa chiedono di essere parte civile

Il gip Antonella Minunni si è riservata di decidere. Ilaria Cucchi: "Una cosa senza precedenti"
Van der Bellen e Kurz
AUSTRIA

Governo: c'è l'ok di Van der Bellen ai tecnici

Nelle prossime ore Kurz dovrebbe presentare la lista dei nuovi ministri
Incendio doloso alla sede della municipale di Mirandola (MO)
MIRANDOLA

Rogo nella sede dei vigili: due morti. Arrestato un uomo

Le fiamme di origine dolosa: fermato un nordafricano. Salvini: "Azzerare immigrazione clandestina"
Niki Lauda
F1

Lauda, il pilota che capiva la macchina

Un campione discreto, con l'orecchio assoluto per l'automobile
Ambulanza (immagine di repertorio)
MORTI BIANCHE

Piacenza, operaio muore sotto una lastra d'acciaio

La tragedia in un'azienda meccanica, la vittima aveva 68 anni
Isaias Rodriguez
L'ANNUNCIO

Venezuela: si dimette l'ambasciatore in Italia

Il diplomatico ha spiegato la sua decisione in una lettera a Maduro