LUNEDÌ 26 NOVEMBRE 2018, 11:27, IN TERRIS


IL MESSAGGIO

Mattarella: "Piccoli comuni riflettono valori del Paese"

Il messaggio del capo dello Stato a Poste Italiane che ha incontrato i sindaci dei piccoli centri

REDAZIONE
Sergio Mattarella
Sergio Mattarella
I

 piccoli comuni sono "lo specchio dell'Italia e nessuno di loro è piccolo, perché ciascuno riflette interamente i valori della Repubblica e della sua Costituzione, al pari delle grandi città e degli agglomerati metropolitani". Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio al Direttore della divisione corporate affairs Italia di Poste Italiane, Giuseppe Lasco.


Il messaggio

"I loro cittadini - ha sottolineato il capo dello Stato - sono cittadini al pari di quelli residenti nelle aree urbane ed è, quindi, particolarmente apprezzabile l'iniziativa di dialogo assunta da Poste Italiane con i sindaci e gli altri amministratori che li rappresentano. Aree interne, isole minori, zone montane, assommano il 60% del territorio nazionale e ospitano un quarto della popolazione". Per Mattarella "la sfida è come riuscire a rendere effettivo l'esercizio dell'accesso a servizi essenziali, in cui si concretizza l'appartenenza alla comune cittadinanza: la salute, la scuola, la mobilità pubblica, le reti. E', dunque, positiva la sensibilità da parte delle istituzioni centrali e regionali, mi auguro crescente, della assoluta necessità di applicare strategie capaci di ridurre il divario esistente in troppi ambiti tra gli italiani residenti nelle aree più popolate e quanti risiedono al di fuori di esse".


Risorsa

Secondo Mattarella "il valore rappresentato, anche dal punto di vista delle risorse dei territori, da queste zone, è assai alto e sotto molteplici aspetti, da quelli della valorizzazione del turismo a quelli della tutela ambientale e delle identità culturali. E' la ricchezza del policentrismo italiano". "Essere distanti dai luoghi ove, per economie di scala, tende a concentrarsi l'offerta di servizi, non può rappresentare una condanna o una penalizzazione - ha proseguito -. In più, induce fenomeni di impoverimento progressivo per alcuni luoghi e aumento di costi da congestione per altri". Dunque "l'iniziativa odierna di Poste Italiane contribuisce a una utile riflessione per una coraggiosa inversione di tendenza. La rete capillare del servizio postale costituisce una opportunità preziosa. Testimonia della presenza dello Stato e costituisce un varco di potenziale accesso a servizi digitali di qualità, in grado di sostenere, con l'innovazione, la vita dei borghi meno popolati d'Italia".

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Italia-Finlandia 2-0. L'esultanza degli Azzurri dopo la rete di Barella
EURO 2020 | QUALIFICAZIONI

La giovane Italia parte forte: Barella-Kean, Finlandia k.o.

Gli Azzurri s'impongono 2-0 alla Dacia Arena. Qualcosa da sistemare ma la strada è giusta. Esordio per Zaniolo
La nave in difficoltà
NORVEGIA

Nave da crociera in avaria al largo della costa

In corso l'evacuazione dei 1.300 passeggeri. Non ci sono i feriti
Ousseynou Sy
TERRORE BUS MILANO

Gip: "Sy deve restare in carcere"

Confermati anche gli altri reati di sequestro di persona, resistenza e incendio
REGNO UNITO

Londra invasa dai "No Brexit"

Gli organizzatori: "Siamo più di un milione". La petizione online segna un nuovo record
L'incontro in moschea
STRAGE IN NUOVA ZELANDA

Cristiani e musulmani insieme in moschea

L'incontro è avvenuto nel centro di preghiera islamico di via Ranzani a Bologna
File nei Caf per chiedere il Reddito di cittadinanza
CAF

Reddito di cittadinanza, già 500mila domande

Gli Under 30, i "Millennials", rappresentano il 6,8% del totale, gli stranieri il 9,5%