Imola: il nuovo vescovo è don Giovanni Mosciatti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:35
Imola

Don Giovanni Mosciatti è il nuovo vescovo di Imola. Papa Francesco lo ha nominato dopo aver accettato la rinuncia dell'attuale presule della diocesi del comune romagnolo, mons. Tommaso Ghirelli, che resterà amministratore apostolico sino alla presa di possesso della cattedra da parte del suo successore.  

Sorpreso

“È stata una vera sorpresa – ha commentato don Mosciatti – Il Nunzio Tscherrig mi ha comunicato la decisione del Santo Padre e sono rimasto letteralmente senza parole. Obbedisco, questo mi sento di dire perché facendolo ho sempre visto, in passato, la grazia di Dio. Il Papa desidera che si stia fra la gente e questo è stato sempre il mio agire a Sassoferrato e ovunque sia stato inviato come parroco”. Mons. Stefano Russo, segretario generale della Cei e vescovo “in uscita” di Fabriano-Matelica si è detto molto contento per “don Giovanni e per la Diocesi che andrà a servire come pastore. Siamo un po' dispiaciuti per la persona che perdiamo, per il suo spessore umano e per la sua missione pastorale portata avanti con grande dedizione in tutti questi anni”.

Gli studi

Don Mosciatti fa parte del clero della diocesi di Fabriano-Matelica ed è parroco della chiesa di San Facondino a Sassoferrato (Ancona). E' nato a Matelica, provincia di Macerata, il 23 gennaio 1958. Ha svolto gli studi superiori nel suo comune e ha seguito per alcuni anni i corsi alla Facoltà di Agraria a Perugia, dove, come simpatizzante di Comunione e Liberazione e come alunno dell’Almo Collegio Capranica, nel 1981, ha frequentato l’Università Gregoriana, conseguendo il baccalaureato in Teologia.

Gli incarichi

L'ordinazione sacerdotale arriva il 6 dicembre del 1986. A Fabriano, dal 1987 al 1988, è stato vicario nella parrocchia della Misericordia. In seguito, dal 1988 al 1997 è stato parroco nelle parrocchie associate di Melano, Cupo e Bastia. Dal 1997 al 2003 ha guidato la parrocchia di San Nicolò (sempre a Fabriano) e dal 2003 al 2012 è stato direttore dell’Ufficio di Pastorale giovanile e vocazionale. Dal 2007 al 2012 è stato anche rettore del seminario vescovile di Fabriano – Matelica. Dal 2009 è vicedirettore dell’Ufficio Scuola Irc e direttore della pastorale vocazionale. Alla guida della parrocchia di San Facondino arriva nel 2012. E' canonico della cattedrale di Fabriano, membro del Consiglio Presbiterale e della Commissione diocesana per il diaconato permanente; assistente spirituale della Fraternità di Comunione e Liberazione nelle Regioni di Marche e Umbria; insegnante di religione in alcune scuole superiori, tra cui il Liceo Scientifico “Vito Volterra” di Fabriano.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.