Russia, sparatoria in un tribunale regionale: morti 4 imputati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:03

Sparatoria in un tribunale regionale di Mosca dove alcuni imputati, durante il trasporto in ascensore, hanno sottratto le armi di ordinanza alle guardie che li accompagnavano e hanno aperto il fuoco.

La sparatoria

A causare lo scontro a fuoco cinque dei nove imputati al processo nel caso della “Gta Gang”, un gruppo di criminali accusati di far parte di un gruppo criminale che derubava e uccideva gli automobilisti proprio nella capitale russa. Quattro di loro sarebbero morti, mentre un altro sarebbe rimasto ferito. Anche un agente della guardia nazionale e due poliziotti sarebbero stati raggiunti da colpi di pistola. Altre agenzie di stampa parlano invece di cinque morti.

La ricostruzione dell’incidente

“Secondo le prime informazioni, durante il trasferimento in ascensore, hanno aggredito gli agenti e hanno tentato di prendere le loro armi. Quando le porte dell’ascensore si sono aperte, tre hanno cercato di fuggire e sono stati eliminati, due feriti. Un agente della Rosgvardia (la Guardia nazionale russa) è stato raggiunto da un colpo di pistola ed è stato trasferito in ospedale, altri due sono rimasti feriti”, ha riferito la portavoce della polizia Tatiana Petrova. Immediatamente il tribunale è stato evacuato.

La “Gta gang”

La “Gta gang” è un gruppo – come riporta il sito online www.tgcom24.mediaset.it – i cui membri sono accusati di una serie di omicidi compiuti contro automobilisti a Mosca e nella regione di Kaluga fra il 2012 e il 2014: nove persone sono accusate di avere ucciso 17 vittime e di due tentati omicidi, oltre che di una serie di altri capi di imputazione come possesso di armi e furto di documenti.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.