Muore operaio all’Ilva. I sindacati: 24 ore di sciopero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00

Ha perso la vita mentre svolgeva il suo lavoro all’Ilva di Taranto, un operaio di 54 anni, Angelo Iodice, originario della provincia di Caserta. L’uomo è stato travolto sui binari che stava riparando dopo un incidente avvenuto nei giorni scorsi, quando nella zona dell’Acciaieria 1, un carro siluro che trasportava circa 200 tonnellate di ghisa ad altissima temperatura è deragliato, rovesciandosi. Non è chiaro se la vittima, che lavorava per la ditta Global Service dell’appalto Ilva, abbia attraversato improvvisamente i binari o se sia stato il conducente del mezzo a non accorgersi della presenza dell’operaio. La dinamica dell’incidente è al vaglio degli inquirenti.

Dopo il dramma i sindacati di categoria Fim, Fiom e Uilm hanno indetto 24 ore di sciopero, a partire dalle 15 di giovedì 4 settembre. Lo stop per il momento riguarda i dipendenti diretti dello stabilimento, ma potrebbe essere esteso anche alle aziende dell’appalto.

 

 

Le immagini utilizzate in forma anonima negli articoli sono in parte prese da internet allo scopo puramente descrittivo/divulgativo. Se riconosci la proprietà di una foto e non intendi concederne l’utilizzo o vuoi firmarla: invia una segnalazione a direttore@interris.it

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.