GIOVEDÌ 21 NOVEMBRE 2019, 15:29, IN TERRIS

MEDITERRANEO

Migranti, 73 persone salvate da Open Arms

A bordo della nave ong anche 24 minori non accompagnati. Altri 125 imbarcati su Ocean Viking

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Open Arms
Open Arms
E'

entrata nuovamente in azione la nave Open Arms che, alle prime luci dell'alba, ha soccorso un barcone in fase di affondamento sul quale erano imbarcate 73 persone, per la maggior parte uomini. A riferirlo è stata la stessa ong che, via Twitter, ha reso noto l'intervento effettuato, spiegando che a bordo si trovano ora "69 uomini, 4 donne, 2 bimbi di 4 e 3 anni e 24 minori che viaggiavano soli". Secondo quanto riportato dai volontari, molte persone imbarcate ora sulla nave dell'ong spagnola avrebbero riportato gravi casi di choc traumatico, oltre che "ustioni di secondo e terzo grado, ipotermia grave e disidratazione". Molti di loro, inoltre, avrebbero riportato ferite d'arma da fuoco, delle quali al momento non è chiara l'origine. I migranti sono stati medicati dai due medici volontari presenti sulla nave. Secondo le indicazioni fornite dall'equipaggio di Open Arms, il salvataggio sarebbe avvenuto al largo delle coste libiche, a circa 50 miglia in direzione nord da Az Zawiya.


In 125 su Ocean Viking

Il caso Open Arms va ad aggiungersi a quello di Ocean Viking, che nelle scorse ore ha effettuato un nuovo soccorso a un gommone in difficoltà, salvando 30 persone. Ora, a bordo della nave di Sos Mediterranée e Medici senza frontiere sono imbarcate 125 persone, stipate sul ponte e in attesa di conoscere la propria destinazione. Al momento, invece, non ci sono notizie relative all'allarme lanciato nella notte dal centralino Alarm Phone, il quale segnalava un naufragio in pieno Mediterraneo costato la vita ad almeno 67 persone. La presunta tragedia del mare era stata riferita da un pescatore che, poco prima, aveva telefonato all'osservatorio riferendo dell'affondamento. Nelle ore successive, tuttavia, non sono state date conferme. Il tutto mentre le unità di Guardia Costiera di Libia e Tunisia avrebbero effettuato alcune operazioni al largo delle proprie coste, intercettando e riportando indietro alcuni barconi, per un totale di circa 200 persone fatte tornare al punto di partenza.

 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Milano-Cortina 2026

Milano-Cortina 2026, un'occasione di sviluppo e inclusione

Investimenti importanti per l'appuntamento sportivo, con opere che dovranno essere fruibili a tutti i cittadini

Ecco dove si gioca la vera sfida al cambiamento climatico

"Alle nuove generazioni è affidato il futuro del pianeta, in cui sono evidenti i segni di uno sviluppo che...
Preghiera
EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, a Padova scuola di preghiera da casa su YouTube

Alla Basilica di Assisi si è pregato oggi per la fine dell'epidemia
Sala parto
NASCITE

Troppo bisturi in sala parto. All'Italia il record Ue

Negli ultimi 15 anni è raddoppiato il numero dei bambini nati con parto cesareo (1 su 5 nel mondo, 1 su 4 in Italia)
Papa Francesco a Bari - Foto © Vatican Media
CHIESA IN USCITA

Il Papa: "La guerra è il fallimento di ogni progetto umano e divino"

Il Santo Padre al convegno "Mediterraneo frontiera di pace": "Non ci sono vie alternative al dialogo"

Chi riduce il cristianesimo a una regoletta

"Vogliamo pregare anche per quelli che hanno colpito il mio papà perché, senza nulla togliere...
L'EPIDEMIA

Coronavirus, Conte: "Il decreto legge è per tutelare la salute degli italiani"

Nel provvedimento misure per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica
ANNIVERSARIO

Ad Ancona due vie per il Papa che ha cambiato la storia

Nel capoluogo marchigiano saranno intitolate Largo San Giovanni Paolo II e Molo Wojtyla. Convegni e mostre nel centenario della...
L'EPIDEMIA

Mattarella: "Riconoscenza a quanti si impegnano per fronteggiare il coronavirus"

Un caso sospetto in Umbria. Conte: "Al lavoro senza sosta per reagire all'emergenza
L'EPIDEMIA

Le 10 regole per prevenire il contagio da coronavirus

I consigli del Ministero della Salute per cercare di contenere la diffusione del virus
PRECAUZIONI

La liturgia al tempo della pandemia

No alla stretta di mano per lo scambio della pace e all'ostia in bocca. Le diocesi di Piacenza e Vercelli adottano per le...
Sigarette
TOBACCO CONTROL SCALE 2019

Prevenzione del tabagismo: Italia 16esima in Ue

Primo il Regno Unito; all'ultimo posta la Germania e penultima la Svizzera
ECONOMIA

Coronavirus, il Fmi taglia il Pil mondiale

La direttrice Georgieva: "Guardiamo anche a scenari più preoccupanti"
I carabinieri alla ex fornace, Valle Aurelia, Roma
ROMA

Minorenni violenti: droga, risse e vandalismo, 19 denunce

Sono stati sorpresi all’interno della ex fornace Veschi a Valle Aurelia
TERREMOTO

Trema l'Emilia: scossa magnitudo 3.4 a Correggio

Al momento non si segnalano danni
EGITTO

Zaky, prolungata di 15 giorni la custodia cautelare

Sit-in all'Università della Calabria: "In lotta per Patrick"