Italia nella morsa del maltempo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:51

Italia flagellata dal maltempo da Nord a Sud. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato la dichiarazione dello stato di mobilitazione del Servizio nazionale della protezione civile, accogliendo cosi' la richiesta del presidente della Regione Veneto di ieri.

Nord

In Liguria massima allerta per le piogge abbondanti, che solo in queste ore hanno raggiunto i 400 mm in alcune zone dell'area genovese e, contemporaneamente, per una delle mareggiate più potenti degli ultimi anni. I torrenti, a partire dal Bisagno e dal Polcevera, sono tutti monitorati con estrema attenzione, mentre prosegue il costante monitoraggio con i sensori del Ponte Morandi.

Un albero è caduto su un'auto in transito a Milano: la vettura è stata presa in pieno e il guidatore, un giovane di 25 anni, colpito; quindi è stato soccorso e portato in codice giallo in ospedale; sul posto due mezzi dei vigili del fuoco e gli uomini della polizia e della polizia locale.

Emergenza maltempo anche in Piemonte, con allerta arancione nel Nord e Sud della regione, Verbania, Biella e Alessandria (dove sono chiuse le scuole), e gialla nel resto del territorio. In Friuli Venezia Giulia, dove la Protezione Civile ha diramato l'allerta rossa, si registrano strade interrotte, famiglie evacuate, esondazioni dei fiumi in Carnia e Valcellina, e si attende l'arrivo dello scirocco a 150 km/h. Scuole chiuse nelle aree piu' a rischio delle province di Udine e Pordenone. 

Allarme rosso in Trentino Alto Adige, con forti precipitazioni piovose e neve sui rilievi oltre i 2200 metri. Fiumi esondati, canali straripati andati ad allagare le colture, frane e smottamenti a causare chiusure di arterie sia principali che secondarie: in alcune zone sono caduti anche 300 millimetri di acqua e sui rilievi il manto bianco ha raggiunto anche gli 80 centimetri.

Centro

Non va meglio al Centro e al Sud: in Toscana si registrano allagamenti nel Grossetano, a Firenze scuole e parchi pubblici chiusi, così come a Livorno, mentre in mattinata una tromba d'aria ha colpito il Livornese, dove è crollato un capannone agricolo di ricovero bestiame. Stop ai traghetti per isola d'Elba, Giglio e Giannutri. Per un paio d'ore è rimasto allagato un tratto dell'A1 tra Piacenza e Fiorenzuola, con la Polizia stradale costretta a “scortare” le auto in transito.

Sud

In Campania stop ai collegamenti nel golfo di Napoli, mentre in Calabria è ancora critica la situazione nel Crotonese a causa della forte ondata di maltempo che ha investito il versante ionico. Nel comune di Rocca di Neto, in località Setteporte, alcuni anziani sono stati tratti in salvo dal nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco. In diversi centri della provincia sono stati numerosi gli interventi di soccorso ad automobilisti rimasti bloccati sulle strade invase dall'acqua e dal fango. Nel Casertano si è registrata una vittima. Si tratta di un 21enne travolto da un albero mentre stava camminando a piedi in via Claudio, nel quartiere di Fuorigrotta. Morti anche nel Frusinate. A Castrocielo (sulla via Casilina) un enorme pino è caduto schiacciando una smart con due giovani a bordo.  A perdere la vita Rudy Colantonio, imprenditore di Arce e una sua amica. 

Isole

Tromba d'aria anche in Sardegna, particolarmente in Gallura dove diversi alberi sono stati divelti e in alcune case è volato il tetto. Le forti raffiche di vento fermano le navi e gli aerei a Palermo, per giorni sferzata dallo scirocco che nella notte ha alimentato un vasto rogo. La centrale operativa della Guardia costiera informa che Ustica è isolata e che questa sera non partiranno dal capoluogo siciliano i traghetti per Napoli. In tilt pure l'aeroporto “Falcone-Borsellino“, con numerose cancellazioni e aerei dirottati in altri scali, in particolare Catania e Trapani.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.