In 56 sbarcano a Isola Capo Rizzuto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:43

Cinquantasei migranti sono sbarcati questo pomeriggio in una spiaggia di Isola Capo Rizzuto, in provincia di Crotone. Le persone viaggiavano su una barca a vela lunga una ventina di metri, arrivata sulle coste della Calabria senza che nessuno l'abbia intercettata durante il suo viaggio, fino a sbarcare il suo carico umano davanti agli occhi esterrefatti dei bagnanti che, aiutati dai bagnini presenti, hanno immediatamente prestato soccorso ai 56 immigrati, stremati dal viaggio per mare. I soccorritori improvvisati non erano null'altro che turisti e personale dei due villaggi turistici di Capo Piccolo e Cala Greca, i quali hanno notato l'imbarcazione avvicinarsi e, subito, hanno prestato assistenza al gruppo composto da 39 uomini, 6 donne e 11 bambini.

Lo sbarco

Dopo le operazioni di primo soccorso, sul posto sono giunte le unità della Guardia Costiera, le Forze dell'ordine e i volontari della Croce rossa italiana e della Misericordia di Isola Capo Rizzuto, i quali hanno provveduto ad assistere i più bisognosi per poi trasferire buona parte dei 56 presso il Cara di Sant'Anna. I bagnanti avevano già provveduto a distribuire ai migranti cibo, acqua e altri generi di prima necessità, arrivando ad aiutarli anche nelle operazioni di sbarco, avvicinandosi all'imbarcazione a nuoto o con barche e pattini. Alcuni degli sbarcati si sono allontanati poco dopo, mentre gli altri sono stati presi sotto tutela e scortati in ospedale: sembra che il gruppo fosse composto interamente da persone di origine siriana o del Kurdistan iracheno.

Terzo arrivo in un mese

Prestato soccorso ai migranti sbarcati (approdati con evidenti segni di disidratazione), resta ora da capire come sia stato possibile che una barca a vela carica di persone sia passata inosservata ai controlli, arrivando a giungere non vista in prossimità della costa italiana. Già in passato nel crotonese si erano verificati altri sbarchi ma si era sempre trattato di imbarcazioni segnalate e il cui sbarco era stato coadiuvato da interventi della Guardia Costiera: ” Di solito – ha commentato in un'intervista a 'InBlu Radio' Francesco Parisi, presidente del comitato della Croce Rossa di Crotone – durante le ore notturne veniamo allertati da questi barconi o velieri che arrivano sulle nostre coste dalla Turchia. E’ il terzo arrivo nell’ultimo mese”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.