LUNEDÌ 04 SETTEMBRE 2017, 10:36, IN TERRIS

Francia, scomparsa Maelys, incriminato un uomo: trovate tracce di Dna della bimba nella sua auto

L'uomo, come specificato dai procuratori di Grenoble, era uno degli invitati al ricevimento nuziale che si è svolto a Pont-de-Beauvoisin

AUTORE OSPITE
Francia, scomparsa Maelys, incriminato un uomo: trovate tracce di Dna della bimba nella sua auto
Francia, scomparsa Maelys, incriminato un uomo: trovate tracce di Dna della bimba nella sua auto
Un uomo di 34 anni - già sospettato e in custodia alle forze dell'ordine francesi - è stato formalmente accusato nell'ambito delle indagini sulla scomparsa di Maelys, la bimba di 9 anni di cui si sono perse le tracce 9 giorni fa, mentre era con i suoi genitori ad un ricevimento nuziale.

Tracce di Dna della bimba nella macchina dell'uomo


La Procura di Grenoble, in una nota, ha comunicato che l'uomo è indagato per "sequestro e detenzione di minore". Le accuse contro di lui sono scattate in seguito al risultato degli esami svolti dalla polizia tecnica e scientifica. In base a quanto comunicato, sembrerebbe che tracce di Dna di Maelys siano state rinvenute su alcuni reperti appartenenti all'uomo. In particolare, gli investigatori si sono concentrati sulla vettura del sospettato, con la quale la bimba potrebbe essere stata portata via dalla festa di matrimonio. L'uomo, come specificato dai procuratori di Grenoble, era uno degli invitati al ricevimento nuziale che si è svolto a Pont-de-Beauvoisin. Lui e un altro ragazzo di 24 anni, erano stati fermati per essere interrogati la settimana scorsa e poi rilasciati. Ma un nuovo interrogatorio ha fatto emergere delle contraddizioni nella versione del 34enne e, il suo racconto, "messo a confronto con testimonianze e prove, non ha convinto i magistrati", ha concluso la procura.

Un villaggio intero mobilitato per la ricerca di Maelys


Nel frattempo, continuano le ricerche della piccola Maelys, di cui ancora non si è trovata traccia. E parallelamente a quelle svolte dalle autorità, anche gli abitanti di Pont-de-Beauvoisin nel dipartimento dell'Isere, rispondendo all'appello lanciato via Facebook, si sono mobilitati per partecipare alle ricerche della bambina.

La scomparsa di Maelys


Maelys de Araujo è stata vista per l'ultima volta nella notte tra sabato e domenica scorsa, nel paesino dove si tenevano le nozze e a cui erano invitati i genitori, a una cinquantina di chilometri da Grenoble. I cani poliziotto ne hanno perso le tracce in un parcheggio: il timore degli inquirenti è che sia stata portata via in auto. Sono state interrogate circa 250 persone, tra cui tutti i 180 invitati alle nozze.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La struttura in cui è rimasto ferito il clochard
AVELLINO

Molotov contro un rifugio di clochard

Senzatetto ucraino ustionato alle gambe
Jost Sustermans, Ritratto di Galileo, 1636, olio su tela, Firenze, Galleria degli Uffizi (particolare)
PADOVA

Galileo: in mostra il genio che ha ridisegnato l'universo

Dal 18 novembre 2017 al 18 marzo 2018 a Palazzo Monte di Pietà
MORTE RIINA

La Cei: "Nessun funerale pubblico per il boss"

Lo ha confermato il portavoce, don Maffeis: "Ricordo la scomunica del Papa ai mafiosi"
Carles Puigdemont
CATALOGNA

Puigdemont, sull'estradizione si decide il 4 dicembre

Il giudice rinvia al mese prossimo la decisione sul mandato d'arresto europeo. L'ex presidente resta in Belgio
DIFESA DELLA VITA NASCENTE

Aborto: una campagna per informare le donne

La rilancia l'Associazione ProVita proprio mentre a Roma spuntano manifesti sul tema
Giampiero Ventura
DISFATTA AZZURRA

Parla Ventura: "Le sconfitte non hanno una sola verità"

L'ex ct saluta i tifosi in una dichiarazione all'Ansa: "Grande dispiacere, mi sento incompiuto"