Finlandia: polizia arresta 5 sospetti. Una italiana tra i feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:39

La polizia finlandese ha arrestato stanotte a Turku – nel sud della Finlandia – cinque persone sospettate di essere collegate all’accoltellatore che ieri ha ucciso due persone nella piazza principale della città portuale finlandese, prima di essere ferito alle gambe e tratto in arresto dalle forze di sicurezza finlandesi. L’assalitore, che ora è ricoverato in ospedale piantonato dalla polizia, aveva accoltellato anche altre otto persone prima di essere ‘neutralizzato’.

I 5 arrestati sono tutti residenti in un quartiere di Turku dove alta è la presenza di immigrati. “Non siamo ancora certi se i cinque sospettati arrestati nella notte abbiamo a che vedere con l’attentato, li stiamo interrogando” ha precisato il portavoce della polizia Markus Laine il quale ha aggiunto che il killer, un 18enne marocchino, si trova ancora in terapia intensiva e perciò non è stato interrogato.

La conferma della polizia

Oggi la conferma della matrice islamista. La polizia finlandese ha infatti ufficializzato stamani l’apertura di un’inchiesta per terrorismo: “Durante la notte abbiamo acquisito elementi che ci hanno convinto che si tratta di un atto terroristico”, ha dichiarato Laine. L’assalitore gridava “Allah Akbar” mentre cercava di colpire più passanti possibili, sembrerebbe a caso tra la folla. Poche ore dopo l’attacco, l’Isis aveva “festeggiato” online postando le immagini di Torku con la scritta propagandistica: “Dalla Spagna alla Finlandia. Onore alla Jihad”. Lo scrive su twitter il direttore del Site Rita Katz. Nesuno dei gruppi islamisti ha finora rivendicato l’attacco.

Un’italiana tra i feriti

Sembra ci sia anche un italiano – sembrerebbe una donna – fra gli otto feriti nell’assalto a colpi di coltello, ma non sono ancora state rese note le generalità. Lo riporta il Corriere. La vittima è ricoverata presso l’ospedale locale. L’Unità di crisi del Ministero degli Esteri italiano e l’Ambasciata italiana stanno seguendo la situazione e fornendo assistenza alla vittima e ai falimiari.

E’ la prima volta che il paese scandinavo diventa bersaglio di attacchi jihadisti: in giugno i servizi di sicurezza avevano avvertito di una possibile minaccia terroristica, ma fino a ieri non era mai accaduto nulla. In Finlandia, che conta una popolazione di 5 milioni e 360,000 abitanti, i musulmani sono solo l’0.8% del totale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.