FERGUSON, DUE AFROAMERICANI ELETTI NEL CONSIGLIO COMUNALE

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:19

Tornano i riflettori puntati su Ferguson, la cittadina del Missouri dove il 9 agosto 2014 il diciottenne Michael Brown venne ucciso dall’agente Darren Wilson,un episodio che scatenò polemiche in tutto il mondo per la discriminazione razziale da parte della polizia americana. Oggi però arriva anche una buona notizia, tra le tre persone elette al Consiglio Comunale di Ferguson ci sarebbero due afroamericani. I cittadini hanno bocciato le candidature di attivisti che avevano guidato le proteste pacifiche contro il comportamento della polizia.

Tra gli eletti nel primo distretto c’è Ella M. Jones, critica verso l’amministrazione cittadina: si tratta della prima donna nera nel consiglio. Il secondo è Wesley Bell, che godeva del sostegno di altri consiglieri comunali. Fino ad oggi invece il sindaco della città e cinque dei sei membri del Consiglio erano bianchi. Sembra che nel sobborgo di St. Louis, colpito dalla tragica morte del giovane afroamericano, gli elettori abbiano deciso di far sentire la loro voce. Il rappresentate comunale Bell ha detto nel suo discorso ai cittadini, che queste elezioni rappresentano un processo di guarigione in una terra ferita dal razzismo. Inoltre, quanto al caso di Brown, ha richiesto una revisione da parte del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, che ha deciso di non perseguire Wilson , che si è dimesso a novembre .

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.