VIDEO MESSAGGIO AI CUBANI: “VENGO A VISITARVI PER CONDIVIDERE LA FEDE E LA SPERANZA”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:10

“Vengo a visitarvi per condividere la fede e la speranza”. Lo ha sottolineato Papa Francesco in vista dell’imminente viaggio a Cuba in un videomessaggio trasmesso dalla tv statale dell’isola. “So che vi state preparando alla visita con la preghiera, vi ringrazio infinitamente”, ha detto il Pontefice aggiungendo: Abbiamo bisogno di pregare”, di “questo contatto con Gesù e Maria”. “Voglio stare tra di voi come missionario della misericordia, della tenerezza di Dio, ma – ha esortato – permettetemi di incoraggiarvi a essere anche voi missionari di questo amore infinito di Dio”.

I canali della Tv statale cubana hanno trasmesso a reti unificate il videomessaggio seguito da milioni di fedeli. “Mi fa molto bene e mi aiuta molto – ha affermato Francesco – pensare alla vostra fedeltà al Signore e al coraggio con cui affrontate le difficoltà di ogni giorno, all’amore con cui vi aiutate e sostenete nel cammino della vita. Grazie per questa testimonianza così preziosa”.

“Ciò che voglio dire – ha proseguito – è un messaggio molto semplice, ma importante e necessario: Gesù vi ama moltissimo, Gesù vi ama sul serio. Egli vi porta sempre nel suo cuore, Lui sa meglio di chiunque altro ciò che è necessario a ognuno, ciò cui aspira, qual è il suo desiderio più profondo, come è il nostro cuore”. E “quando non ci comportiamo come si aspetta, sempre ci resta accanto, pronto ad accoglierci, a confortarci, a darci una nuova speranza, una nuova possibilità, una nuova vita”, perché “non ci abbandona mai”.

Quindi lancia la sua esortazione: “Che a nessuno manchi la testimonianza della nostra fede, del nostro amore. Che tutto il mondo sappia che Dio perdona sempre, che Dio è sempre accanto a noi, che Dio ci ama”. Alla fine del videomessaggio il Papa affida questo viaggio e tutti i cubani alla Vergine della Carità del Cobre, Patrona di Cuba. “Mi recherò al Santuario che la venera – conclude – come un bambino che desidera arrivare alla casa della madre”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.