Chiesa Cattolica

In preghiera per la pace. Il no alla guerra di Francesco e della Chiesa

La pace è l’altro nome del cristianesimo. Non c’è messaggio cristiano senza pace. “Facciamo nostro l’appello del Santo Padre. E invitiamo le 22 Conferenze Episcopali dell’America Latina e dei Caraibi. Come pure le istituzioni e le organizzazioni ecclesiali del nostro continente. E tutti i nostri fratelli e sorelle di buona volontà. Affinché il 2 marzo, Mercoledì delle Ceneri, vivano una giornata di preghiera e digiuno per la pace”. L’agenzia missionaria vaticana Fides rilancia il messaggio del Consiglio Episcopale Latinoamericano (Celam). I presuli richiamano la “situazione dell’Ucraina”. E le circostanze che minacciano la pace nel mondo. Nonostante “i molteplici sforzi di dialogo a favore della fraternità e dell’amicizia sociale”.

Pace unica via

Il Celam si unisce all’appello pontificio ai responsabili politici. E chiede “un esame di coscienza davanti a Dio. Che è il Dio della pace e non della guerra. Che è Padre di tutti, non solo di alcuni. E che ci vuole fratelli e non nemici”. Perciò “si astengano da ogni azione che provochi ancora maggior sofferenza alla popolazione. Destabilizzando la convivenza tra le nazioni. E disattendendo al diritto internazionale”.

Appello

Pace per il mondo” è il titolo del comunicato con l’episcopato risponde all’appello di Papa Francesco. Per la giornata di preghiera e digiuno. I vescovi sottolineano che a soffrire di più in questi conflitti armati è la popolazione civile. Allarme, quindi, per le vittime innocenti delle guerre. “Se questa situazione di violenza continua, molte famiglie saranno nel lutto. E ci sarà una crisi di rifugiati e sfollati di centinaia di migliaia di persone”.

Giacomo Galeazzi

Recent Posts

Dall’Italia alla Florida: l’evento “Il Made in Italy che Vorrei” ospitato al MIMIT

“Il Made in Italy è ormai sinonimo di prodotto di qualità ed eccellenza in tutto…

22 Maggio 2024

L’Inter passa a Oaktree: “Consapevoli della responsabilità”

Mancava solo l'annuncio ufficiale e, ora, è arrivato anche quello: la cordata americana Oaktree è…

22 Maggio 2024

Campi Flegrei: continua il bradisismo del suolo

Il vulcanologo Mauro Di Vito, direttore dell'Osservatorio Vesuviano dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha…

22 Maggio 2024

Santa Rita: da Cascia un appello per la pace nel mondo

"In questi tempi colpiti dalla violenza della guerra dove sembra che la rivalità e l’odio…

22 Maggio 2024

Rapporto Istat: “Il 54% dei cittadini è soddisfatto del sistema giudiziario”

Quasi 6 milioni di persone sono state coinvolte almeno una volta nella vita in una…

22 Maggio 2024

Inquinamento delle città italiane: la situazione

E' stato presentato il rapporto "MobilitAria" redatto dai ricercatori di Kyoto Club e del Cnr:…

22 Maggio 2024