LUNEDÌ 11 MARZO 2019, 11:00, IN TERRIS

Un piatto di pasta a cena combatte insonnia e stress

ANGELA ROSSI
B

uone notizie per gli amanti della pasta! Infatti, secondo uno studio pubblicato di ricente sulla rivista scientifica The Lancet Public Health, ha dimostrato che mangiare pasta a cena migliora il riposo notturno e non fa ingrassare. Una rivelazione che potrebbe influire sulle abitudini alimentari per quei 27 milioni di italiani che soffrono di disurbi del sonno. 


La ricerca

In base a quanto riportato nello studio, mangiare la pasta a cena fa bene, rilasssa, facilita il sonno e non fa ingrassare. La ricerca dimostra, quindi, che la pasta può essere consumata nelle ore serale e si può rivelare un valido aiuto contro i disturbi del sonno in quanto contiene Triptofano e Vitamine del gruppo B. Ma quali ricette di pasta sono più adatte per la cena? A spigarlo è l'Unione italiana Food (già Aidepi, l'associazione che rappresenta i pastai italiani) che, in occasione della Giornata mondiale del sonno che ricorre il 15 marzo, ha pubblicato una guida che aiuta ad orientarsi tra le ricette di pasta più indicate


I consifgli dell'Unione Italiana Food

Ma quale pasta preferire? La Guida di Unione Italiana Food consiglia quali sono le 10 ricette da preferire. Dai fusilli zenzero e zucchine, alle linguine alle vongole, fino agli ppaghetti con asparagi e timo. Importantissima anche la quantità da consumare: per esempio, la porzione consigliata di sera è di massimo 80 grammi. Andrebbe preferita quella integrale, per l’indice glicemico più basso e il maggior contenuto di vitamina B. In alternativa, si può abbinare la pasta “gialla” ai legumi, come nel caso delle penne con piselli e funghi o di una pasta e fagioli. A proposito di condimenti, l’olio extravergine d’oliva è un vero toccasana per il suo potere di spegnere le infiammazioni, si può aggiungere a crudo oppure saltando la pasta in padella a fine cottura. Buona idea anche optare per un piatto unico di pasta, abbinato a proteine magre come pesce, legumi e verdure, cotte o crude: impegnano la digestione rallentando l’assorbimento di carboidrati.
 

 

 

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il piatto finito
LA RICETTA DEL WEEKEND

Pennette panna e gamberetti: giocare facile a tavola

Bastano pochi ingredienti per realizzare un piatto da consumare da soli o in famiglia
Rafi Eitan
ISRAELE

Addio a Rafi Eitan, catturò Eichmann

La leggenda del Mossad si è spenta a 92 anni. Pose fine alla latitanza dell'ex SS
Italia-Finlandia 2-0. L'esultanza degli Azzurri dopo la rete di Barella
EURO 2020 | QUALIFICAZIONI

La giovane Italia parte forte: Barella-Kean, Finlandia k.o.

Gli Azzurri s'impongono 2-0 alla Dacia Arena. Qualcosa da sistemare ma la strada è giusta. Esordio per Zaniolo
Urna elettorale
REGIONALI

Basilicata al voto: tutto quello che c'è da sapere

In tre sfidano il centrosinistra, che governa ininterrottamente dal 1995
La nave in difficoltà
NORVEGIA

Nave da crociera in avaria al largo della costa

In corso l'evacuazione dei 1.300 passeggeri. Non ci sono i feriti
Ousseynou Sy
TERRORE BUS MILANO

Gip: "Sy deve restare in carcere"

Confermati anche gli altri reati di sequestro di persona, resistenza e incendio