La ricostruzione del seno dopo l’incubo del cancro nel Bra Day

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05

Mercoledì 15 ottobre 2014 in molte città d’Italia e in tutto il mondo si svolgerà il Bra Day – Breast Reconstruction Awareness – la “Giornata internazionale per la Consapevolezza sulla Ricostruzione Mammaria” con eventi e iniziative di sensibilizzazione volti a dare alle donne che hanno subito un intervento demolitivo al seno informazioni sulle tecniche di ricostruzione della mammella dopo la malattia oncologica e a guidarle verso una maggiore consapevolezza del percorso terapeutico, clinico e psicologico. Circa 1 donna su 9 riceve diagnosi di tumore al seno nel corso della propria vita, ma solo il 20-25% delle pazienti prendono in considerazione la possibilità di sottoporsi ad una ricostruzione mammaria.

In prima linea nel promuovere la celebrazione del BRA Day, la Fondazione Beautiful After Breast Cancer Onlus – fondata nel 2011 dal chirurgo plastico belga Phillip Blondeel e presieduta in Italia dal Primario dell’Unità operativa di Chirurgia Plastica del Policlinico Gemelli di Roma, Marzia Salgarello – si attiverà in quattro città, Roma, Bologna, Imola e Palermo, con sessioni informative, dibattiti ed eventi spettacolo divulgativi. La fondazione ha come obiettivo quello di aiutare le pazienti che hanno avuto diagnosi di tumore al seno a ricostruire la propria vita. Mission dell’associazione è quello di trasmettere al personale medico ed ai chirurghi, ma soprattutto alle pazienti, l’importanza della ricostruzione mammaria e del benessere dopo una diagnosi di tumore, e di promuovere la ricerca scientifica e la formazione per migliorare le tecniche ricostruttive disponibili.

A Roma, dalle 19.30 di oggi, si terrà un evento nella hall del Policlinico Gemelli, presentata da Maria Concetta Mattei del Tg2, con personaggi della musica e dello spettacolo come Enzo De Caro, Tony Esposito, Alessandro Greco, Emanuele Urso “The King of the Swing” e la paziente-cantante Edy Giordano. Lavinia Biagiotti e Laura Freddi leggeranno dei testi su storie di vita di una paziente oncologica. Numerose le adesioni di donne del mondo del giornalismo e non solo che, con il fil rouge “La ricostruzione è un diritto che ricostruisce la vita”, durante la giornata di domani si attiveranno sui social media o sui loro blog, come Marianna Aprile, Lavinia Biagiotti, Paola Banchiddu, Eleonora Benfatto, Irene Bozzi, Barbara Capponi, Clarissa Burt (dagli Stati Uniti), Antonella Elia, Anna Kanakis, Rita Dalla Chiesa, Emma D’Aquino, Antonella Ferrari, Elisabetta Ferracini, Laura Freddi, Didi Leoni, Maria Concetta Mattei, Milena Miconi, Paola Minaccioni, Paola Perego, Francesca Senette, Cecilia Primerano, Domitilla Ferrari ed Elisabetta Villaggio. Il BRA Day (www.bra-day.com) si svolge, oltre che in Italia, anche in Belgio, Germania, Canada, Irlanda, Turchia, Svizzera, Spagna, Libano e Stati Uniti.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.