L’URAGANO NEWTON COLPISCE IL MESSICO: ALMENO DUE MORTI L'uragano, soprannominato Newton, classificato di categoria 1, ha portato forti precipitazioni e venti fino a 145 km orari

385
newton

E’ di almeno due morti e tre dispersi il bilancio, ancora provvisorio, del passaggio di un uragano classificato come categoria 1, che si è abbattuto nello stato della Baja California, in Messico. A riferirlo sono le autorità locali che hanno comunicato che almeno tre persone risultano disperse.

L’uragano, soprannominato Newton, classificato di categoria 1, ha portato forti precipitazioni e venti fino a 145 km orari. La tempesta ha colpito in particolare la località turistica di Los Cabos, sulla costa occidentale del Messico, dirigendosi poi verso nord-ovest. Essendo bassa stagione, fortunatamente gli hotel con i turisti americani non erano pieni, mentre quelli presenti sono stati invitati a restare al chiuso.

Quasi duemila persone sono state costrette a lasciare le loro case e sono state ospitate in rifugi provvisori. Inoltre, le autorità di Los Cabos hanno disposto la chiusura preventiva di porti e aeroporti.

Due corpi sono stati trovati su una spiaggia e si ritiene facessero parte di un equipaggio di cinque persone a bordo di un peschereccio che è stato distrutto dall’uragano, ha detto ai giornalisti Jose Luis Rios, il capitano del porto di La Paz. Altri tre membri dell’equipaggio sono dispersi, la marina ha attivato le operazioni di ricerca.

Secondo le previsioni Newton, le cui piogge la settimana scorsa hanno provocato tre vittime nel sud del Messico, dovrebbe arrivare nel sud-est dell’Arizona per poi dissolversi. Solo due anni fa la stessa zona fu duramente colpita e danneggiata da un altro uragano. In quell’occasione un centinaio di case, negozi ed alberghi furono rase al suolo dalla furia degli elementi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS