IL SUPERTIFONE NEPARTAK COLPISCE TAIWAN: 2 MORTI E 250MILA SFOLLATI Dopo Formosa è previsto che la temepsta continui la sua marcia verso la Cina

494

Il supertifone Nepartak è arrivato sull’isola di Taiwan, o Formosa, arcipelago del mar cinese. Accompagnato da fortissimi venti e da piogge torrenziali, il tifone ha effettuato il “landfall” (l’approdo) nella località di Taimali, nella regione orientale di Taitung, poco prima delle 6 del mattino ora locale (mezzanotte in Italia). Un tifone viene classificato come “approdato” quando il centro della tempesta (l’occhio del ciclone) si muove sulla terraferma. Nepartak si è presentato con venti medi di circa 240 km/h, ma raffiche ben più forti, che lo classificano come un potentissimo categoria 4, il peggiore dal 1901.

Il tifone ha poi attraversato Taiwan da parte a parte, seminando morte e distruzione soprattutto nella parte orientale dell’isola: il bilancio ancora provvisorio parla di 2 morti e 66 feriti – la maggior parte colpita da oggetti – in seguito ai venti distruttivi accompagnati da precipitazioni torrenziali che hanno scaricato al suolo, in meno di 12 ore, anche 500 mm d’acqua. Le autorità hanno proceduto all’evacuazione di 15mila persone e disposto la chiusura di tutte le scuole, e negli scali aerei sono stati cancellati centinaia di voli. Al momento, circa 255mila abitanti sono privi di corrente elettrica.

Dopo Taiwan, è previsto che il super tifone – che si sposta a una velocità di 13 km/h in direzione nordovest – continui la sua marcia verso la Cina dove andrebbe ad aggravare la già critica situazione per le alluvioni nel Sud Est del paese più popoloso del mondo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS