INCIDENTE IN CATALOGNA, L’AUTISTA: “MI SONO ADDORMENTATO” Il conducente è sotto inchiesta per omicidio causato da "imprudenza". Il Papa: "Perdita irreparabile"

915
  • English
pullman

“Lo siento, me he dormido”, “Mi dispiace, mi sono addormentato”. Lo avrebbe detto ai servizi l’autista del bus a bordo del quale viaggiavano le 13 ragazze vittime dello scontro in Catalogna secondo quanto riferisce il quotidiano spagnolo La Razon. Tra le vittime della tragedia ci sono anche 7 studentesse italiane. L’ultima a morire è stata Elena Maestrini. La sua scomparsa è stata dal sindaco di Gavorrano (Grosseto), Elisabetta Iacomelli, che lo ha saputo dalla famiglia.

Proseguono, intanto, le indagini sulla tragedia. L’autista del pullman è stato ufficialmente indagato per omicidio plurimo commesso per “imprudenza”, fattispecie giuridica prevista dal codice penale spagnolo. L’uomo, interrogato domenica e poi rimesso in libertà, risulta ricoverato in terapia intensiva a causa di una lesione polmonare dovuta all’incidente e non potrà presentarsi davanti agli inquirenti.

Dopo il tweet di Matteo Renzi (“ho il cuore spezzato”) proseguono i messaggi di cordoglio da parte dei politici italiani. Il ministro Stefania Giannini ha espresso la sua “partecipazione personale e molto sentita verso le famiglie delle ragazze rimaste vittime dell’incidente del bus in Catalogna ma anche la certezza che Erasmus è un’esperienza straordinaria”. “Non è un problema di sicurezza” ha ricordato.

Il programma universitario è una “organizzazione solida” e quindi bisogna pensare che si tratti di una “tragica fatalità”. “Io stessa – ha aggiunto – ho dedicato parte della mia carriera a sviluppare l’Erasmus. Siamo tutti convinti che sia un progetto straordinario che dà ai nostri ragazzi la possibilità di fare un’esperienza di studio e di vita nell’età giusta, che li apre al mondo. E questo resta e deve assolutamente restare”. La presidente della Camera, Laura Boldrini, in un tweet ha manifestato “profondo dolore per le vittime italiane in Catalogna”.

“Sono profondamente addolorato per il gravissimo e assurdo incidente avvenuto in Spagna, che ha provocato la morte di tante giovani universitarie, soprattutto italiane” ha commentato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “E’ un giorno molto triste per l’Italia e per tutta l’Europa. Sono particolarmente vicino alle famiglie delle vittime, alle quali desidero far giungere il mio cordoglio e la mia solidarietà in un momento di così grande sofferenza”. Mattarella conclude: “Alle ragazze rimaste ferite formulo gli auguri più grandi di pronta guarigione”.

Cordoglio anche da Papa Francesco che in un telegramma al vescovo di Tortosa, Enricque Benavent Vidal, si è detto “fortemente addolorato nell’apprendere la notizia” del “tragico incidente” a Freginals, “che ha causato la morte di un gruppo di giovani studenti”, “perdita irreparabile”. Il Pontefice ha offerto “suffragio” per le vittime e inviato auguri perché i feriti si riprendano in fretta. Bergoglio ha poi chiesto di trasmettere il proprio “sentito cordoglio, insieme con espressioni di affetto e consolazione per i familiari” che sopportano una “tanto irreparabile perdita”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY