“DOMANI SARA’ MIGLIORE”, IN TUNISIA UNA CAMPAGNA CONTRO L’INTEGRALISMO L'iniziativa, promossa dal ministero per gli Affari Religiosi, ha lo scopo di proteggere i giovani dal terrorismo

604
Not-in-my-name

Una campagna per tenere lontani i giovani dell’integralismo religioso. E’ “Ghodwa khir” (“Domani sarà migliore”) che proseguirà sino a domenica 20 marzo. L’obiettivo dell’iniziativa, promossa dal ministero per gli Affari Religiosi, è quello di “veicolare i veri valori dell’Islam moderato” al fine “di proteggere i nostri giovani e i loro pensieri dal terrorismo”. La Tunisia si trova da alcuni anni ad affrontare una crescita del movimento jihadista, anche a causa del proselitismo via internet.

Proprio per questo sarà messo a disposizione un sito interattivo contenente discorsi e conferenze religiose ritenute conformi ai precetti religiosi. Il ministero finanzierà inoltre programmi di sensibilizzazione contro il terrorismo su radio e tv pubbliche e private, istituirà un centro di ascolto per rispondere alle domande dei giovani su temi religiosi, oltre ad organizzare corsi nelle moschee sotto la supervisione degli imam e di predicatori autorizzati.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS