TERREMOTO IN MOLISE, CONTINUANO LE SCOSSE NELLA ZONA DI CAMPOBASSO La gente in preda al panico è scesa in strada nonostante il grande freddo

439
Continuano le scosse di terremoto nella zona di Campobasso, in Molise. Repliche anche più lievi, intorno a 2.0 di magnitudo, di quella ben più forte di magnitudo 4,3 che ha fattto scendere la gente in strada nel capoluogo molisano. La scossa ha avuto una profondità di 10 chilometri e si è verificata nei pressi di Baranello. La Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile si messa in contatto con le strutture locali del Sistema nazionale di protezione civile.
Dalle verifiche effettuate, l’evento con epicentro a 9.6 chilometri di profondità tra i comuni di Baranello, Busso e Vinchiaturo é stato avvertito dalla popolazione, ma non sono stati segnalati al momento danni a persone o cose. La scossa è stata accompagnata da un forte boato, avvertito in maniera netta nel capoluogo molisano. Paura soprattutto nei piani alti dei palazzi. La gente si è riversata in strada, nonostante le temperature basse. La scossa segue lo sciame sismico che ha interessato, negli ultimi tre giorni, la provincia di Campobasso.
Tante le chiamate ai Vigili del Fuoco di Campobasso, ma nessuna segnalazione di danni. E’ quanto riferiscono dalla sala operativa del capoluogo regionale del Molise. Altri cinque eventi nel giro di un’ora. Nel complesso ieri le scosse sono state 12. Sono intanto in corso verifiche da parte delle forze dell’ordine e della Protezione Civile per verificare eventuali danni. Proprio in Molise, il 31 ottobre 2002, una forte scossa distrusse una scuola elementare a San Giuliano di Puglia, provocando la morte di 27 alunni e della loro maestra.
Governatore Molise, monitoriamo situazione Il governatore del Molise Paolo Frattura sta seguendo personalmente la situazione e si è recato nella sala operativa della Protezione Civile regionale a Campochiaro. “Stiamo monitorando la situazione costantemente – ha affermato – e al momento non abbiamo notizie di danni a persone o cose. Le prime verifiche sono concluse, abbiamo sentito i sindaci e le forze dell’ordine nei comuni che si trovano nel raggio di 10 km. dall’epicentro, ma lo sciame sismico intanto continua, quindi continuiamo a monitorare la situazione. Con me c’è tutta la struttura della Protezione Civile al lavoro”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS