MESSI, MEGA OFFERTA DEL CITY: UN MILIONE A SETTIMANA Per il numero 1 del Barça gli sceicchi del Manchester hanno preparatao un super contratto

288

Un milione lordo a settimana per Leo Messi, 355 mila euro netti per Cristiano Ronaldo. Queste sono le offerte che, secondo i giornali inglesi, gli sceicchi del calcio sono pronti a mettere sul tavolo per portare l’argentino al Manchester City e il portoghese al Paris St.Germain, in un gara di rialzi che dovrebbe convincere i due fuoriclasse a trasferirsi. Forse stanchi di spendere tanto e vincere poco, almeno in Europa, lo sceicco Mansour e il collega Al-Khelaifi, incuranti del fair play finanziario, intendono far saltare il banco.

Gli emissari dei Citizens hanno preso contatto con l’entourage di Messi, al quale verrebbe offerto un contratto da più di 55 milioni di euro all’anno, che al netto equivale a circa mezzo milione a settimana. Una cifra senza precedenti, che all’Etihad stadium si spera convinca definitivamente il Pallone d’Oro a lasciare la Spagna dopo undici anni, nonostante il contratto che lo lega al Barça fino al 2018. Alla società catalana, sempre secondo le voci dei tabloid, andrebbero duecento milioni di euro. Uno stimolo in più potrebbe essere l’arrivo di Guardiola sulla panchina dei Citizens. Scontato l’addio di Manuel Pellegrini, il nome più gettonato per la successione è proprio quello dello spagnolo che non pare intenzionato a rinnovare con il Bayern Monaco.

Sull’asse Parigi-Madrid, nonostante l’agente di Cr7 continui a dire che Ronaldo concluderà la sua carriera al Real, le voci di un possibile trasferimento del portoghese in Francia si fanno sempre più insistenti. Il non idilliaco rapporto con Rafa Benitez, l’offerta economica quasi irresistibile sia per il calciatore sia per i blancos (oltre cento milioni), lo stimolo di una nuova sfida, potrebbe contribuire al clamoroso cambio di casacca del tre volte Pallone d’Oro.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS