NUOVA ESECUZIONE IN TEXAS: E’ LA 13ESIMA DEL 2015 Ad essere giustiziato tramite iniezione letale è il detenuto Raphael Holiday accusato di aver dato fuoco alla sua casa mobile e ucciso la sua figlia di 18 mesi e le figliocce di 5 e 7 anni

332
texas

Nuova esecuzione capitale in Texas, nell’estremo sud degli Stati Uniti d’America, la 13esima compiuta da inizio anno. La vittima, il detenuto 36enne Raphael Holiday, è stato giustiziato tramite iniezione letale questa mattina alle 8,30 (ore locali) presso il penitenziario di Huntsville. L’uomo era accusato di aver dato fuoco alla sua casa mobile nel 2000 uccidendo la figlia di 18 mesi e le sue figliocce di 5 e 7 anni. Sei mesi prima Holiday era stato accusato formalmente dalla moglie per violenza sessuale sulla maggiore delle bimbe, come riportato dall’ufficio del procuratore generale del Texas. I corpi carbonizzati delle bimbe erano stati ritrovati successivamente tra i resti della roulotte.

“Vorrei ringraziare tutti i miei sostenitori e i miei cari” sono state le ultime parole del condannato. Holiday rappresenta il 531esimo detenuto ucciso dallo Stato del Texas da quando la Corte Suprema degli Stati Uniti ha reintrodotto la pena di morte nel 1976. Si tratta del numero più alto di tutti gli Usa. Nelle scorse ore il governatore della vicina Georgia ha negato la grazia a Marcus Ray Johnson, 50 anni, condannato per aver violentato e ucciso una donna conosciuta in un locale nel 1994 nello Stato di Albany. Sarà giustiziato stasera alle 19 ora locale.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS