L’EGITTO FLAGELLATO DAL MALTEMPO: 17 MORTI E 28 FERITI Le forti piogge, che hanno provocato inondazioni e allagamenti, hanno danneggiato anche antichi e preziosi monasteri

431

Una violenta ondata di maltempo con forti piogge torrenziali si è abbattuta nei giorni scorsi nel nord dell’Egitto, colpendo soprattutto città come Alessandria, Beheira e la Penisola del Sinai. Molti abitanti sono stati evacuati dal loro villaggio nella zona di Wadi al Natrun Il bilancio delle vittime parla di almeno 17 morti e 28 feriti, secondo una stima del ministero della salute. Il maggior numero di decessi si è verificato nel governatorato di Beheira, dove sono morte 15 persone. A causa delle forti piogge, che hanno causato inondazioni e allagamenti, si sono verificati danni ad antichi e preziosi monasteri e chiese, sempre nella regione di Beheira, nei pressi del Delta del Nilo.

Da quasi due settimane il Medio Oriente è flagellato dal maltempo. Nei giorni scorsi anche lo Yemen è stato colpito da un raro ciclone che si è formato nel mar arabico. Oltre 40 mila persone hanno dovuto lasciare le loro case e tre persone sono morte a causa delle inondazioni. La zona più colpita è stata quella di Mukalla, la capitale dello Stato, che è situata lungo la costa.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS