L’AIRC IN 700 PIAZZE ITALIANE PER PROMUOVERE LA RICERCA SUL CANCRO Gli obiettivi sono sostenere la ricerca, promuovere la cultura della prevenzione e stimolare le persone affinché adottino uno stile di vita corretto

407
cancro

Sostenere la ricerca con l’obiettivo di portare ai pazienti terapie innovative sempre più mirate e contemporaneamente promuovere la cultura della prevenzione, invitando a sottoporsi agli screening raccomandati e ad adottare uno stile di vita corretto. Con questi obiettivi sabato 7 novembre torna l’appuntamento con “I Cioccolatini della Ricerca” distribuiti dai volontari dell’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc) in molte città italiane, in oltre 700 piazze.

A fronte di una donazione minima di 10 euro, verrà consegnata una confezione con 200 grammi di cioccolato Lindt e una guida con informazioni utili sulla prevenzione, la diagnosi e la cura del cancro. La piccola Vivian, figlia del ricercatore Thomas Vaccari – rientrato nel 2009 dalla California a Milano grazie ad Airc – è il volto della campagna che invita a scegliere questo dono per sostenere l’attività del suo papà e di altri 5.000 ricercatori impegnati ogni giorno contro il cancro nei laboratori italiani.

In 50 anni Airc ha destinato oltre un miliardo di euro a progetti di ricerca e percorsi di formazione e specializzazione per migliaia di loro. “Mangiare ‘sano’ non significa necessariamente mangiare ‘noioso’. Studi scientifici dimostrano che sulla nostra tavola oltre a frutta, verdure, acqua, fibre, può comparire anche il re degli alimenti dolci: il cioccolato. Se fondente, con oltre il 70% di cacao, e in piccole quantità, può portare molti benefici, tanto da essere stato inserito dall’American Institute for Cancer Research tra i cibi potenzialmente protettivi contro i tumori, perché ricco di avonoidi e con proprietà antiossidanti”, spiega Adriana Albini, Direttore Scientifico Multimedica Onlus.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS