Santo del giorno - SANTI MARINO E ASTERIO, martiri

Santi Marino, soldato, e Asterio, senatore, martiri sotto l’imperatore Gallieno: il primo, denunciato perché cristiano da un commilitone ostile, professò a chiara voce davanti al giudice la propria fede, ricevendo la corona del martiro con la decapitazione; si tramanda che Asterio, stesa a terra la propria veste, raccolse il corpo del martire e ricevette immediatamente egli stesso la medesima condanna.

Vissero nel III secolo d.C. ed Eusebio racconta di Marino che avrebbe dovuto essere nominato centurione. Accusato di essere cristiano da un collega che voleva quella carica e condotto dal giudice, ebbe tre ore di tempo per riflettere. Il vescovo Teocteno allora lo condusse in chiesa davanti ad un altare, e, indicandogli la spada che portava, gli domandò di scegliere tra la spada e il Vangelo. Tre ore dopo, Marino, ancor più fermo nel proclamarsi cristiano, fu condannato alla decapitazione.

Accadde oggi

3 Marzo

1517 – Avvistamento della prima città Maya Tulum, da parte degli Spagnoli, sulle coste dell'attuale Yucatan

1953 – Nasce il calciatore Arthur Antunes Coimbra meglio noto come Zico

 

Frase del giorno

"Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita" (Proverbio cinese)

Il Santo di domani: SANTA MARCELLINA, vergine