Opinione

Quando viene meno il diritto alla circolazione delle persone con disabilità

Il diritto alla circolazione e, di conseguenza, all’accessibilità è un tema particolarmente delicato per le persone con disabilità. Tra poco tempo, tra Milano e Cortina, ci saranno le Olimpiadi e, allo stato attuale, sinceramente, non vedo grandi passi avanti per quanto riguarda il tema dell’accessibilità in generale. In riguardo alla mobilità, ad esempio, molte stazioni e mezzi pubblici non sono accessibili in autonomia, come del resto i marciapiedi e le piste ciclabili che, pur andando bene per certi versi, hanno tolto spazio alle carrozzine. Manca una cultura adeguata su questo tema e serve un cambio di paradigma, partendo proprio dalla progettazione delle città che, ad oggi, non sono pienamente accessibili. Il diritto alla circolazione riguarda la libertà di ogni persona.

Invece, se nel momento in cui, coloro che hanno una disabilità, sono costretti a programmare i viaggi tempo prima per verificare l’accessibilità, la libertà viene meno. Questi elementi devono far riflettere: tra meno di due anni ospiteremo le Olimpiadi e le Paralimpiadi e, a tal proposito, mi domando cosa stia facendo il mio paese per rendere la mobilità più inclusiva ma, ad oggi, purtroppo, non ho una risposta chiara né positiva. Le città, guardando al futuro, dovranno essere pensate e progettate per tutti. La mobilità va rimodulata sulla base delle esigenze di ognuno. Occorre pensare a nuovi luoghi inclusivi e mettere in pratica il diritto alla circolazione per tutti, nessuno escluso.

Fortunato Nicoletti

Recent Posts

Beata Raffaella Ybarra da Villaonga, l’angelo custode delle giovani abbandonate

Beata Raffaella Ybarra da Villalonga, Fondatrice delle Suore degli Angeli Custodi Bilbao (Spagna), 16/01/1843 –…

23 Febbraio 2024

Padre Le sei tappe del nostro cammino quaresimale

Domenica scorsa lo Spirito Santo ci spinse con Gesù nel deserto per affrontare i “nostri…

23 Febbraio 2024

Rinascita dalle macerie della guerra. L’esempio dello sport

Ripartire dallo sport dopo la guerra. Il ministro dello Sport Andrea Abodi ha incontrato al…

23 Febbraio 2024

Carenza di acqua e cibo. Sos per l’infanzia afghana

Allarme in Afghanistan per l'infanzia malnutrita. Nel 2024 7,8 milioni di bambini non avranno abbastanza…

23 Febbraio 2024

I morti sul lavoro chiedono giustizia

I morti del cantiere di Firenze chiedono giustizia e pretendono che altri operai non muoiano…

23 Febbraio 2024

L’importanza delle religioni per costruire la pace

Nel momento di grave crisi internazionale che stiamo vivendo, l’esperienza di San Francesco, ci aiuta…

23 Febbraio 2024