Anziana morta dopo rapina: 5 fermati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:19

Cinque persone sono state fermate per la rapina avvenuta la scorsa settimana in un'abitazione del quartiere Montesacro a seguito della quale è morta un'anziana di 89 anni dopo un giorno di ricovero in ospedale. A eseguire i fermi carabinieri e polizia. Secondo quanto si è appreso, tre sono stati fermati nel Lazio, uno a Ventimiglia e l'ultimo a Torino

Dinamica

La vittima si era trovata davanti i ladri che si erano introdotti da una finestra nella sua abitazione, situata al secondo piano. Spaventata aveva tentato una reazione ma era stata sopraffatta dalla violenza dei ladri che, noncuranti dell'avanzata età della donna, l'avevano bloccata e spinta. L'anziana era caduta a terra sbattendo la testa. Aveva riportato una grave commozione cerebrale, causa del decesso.

La donna, originaria della Campania, viveva da sola perchè nonostante l'età avanzata riusciva ancora ad essere autonoma. Anche domenica era sola in casa quando i due ladri, arrampicatesi su una pensilina, erano entrati nel suo appartamento. Lei aveva urlato per lo spavento, richiamando l'attenzione dei vicini. Uno è uscito fuori e ha visto due uomini calarsi dalla finestra, scendere dalla pensilina e fuggire a tutta velocità su un auto. L'anziana intanto eraè stata soccorsa dal 118 e portata in ospedale in codice giallo, per un trauma cranico e una ferita alla testa. Il giorno dopo, lunedì, è morta.

Precedente

Due settimane fa a Monterotondo, vicino a Roma, in un tentativo di rapina un 16enne era rimasto ferito colpito da un proiettile sparato dal figlio del proprietario dell'abitazione che in quel momento si trovava in casa con la fidanzata. L'uomo, Andrea Pulone, è ora indagato per eccesso colposo di legittima difesa. I complici del sedicenne, di origine albanese, si trovano in carcere: si tratta di un uomo di 34 anni e di uno di 19 anni. Dalle indagini è emerso che i tre non erano nuovi alle rapine in casa.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.