Primo piano

Il maltempo flagella il sud del Brasile

Il sud del Brasile è flagellato da un’ondata di maltempo senza precedenti. Da circa una settimana violenti temporali, frane, smottamenti e allagamenti stanno mettendo a dura prova lo Stato di Rio Grande do Sul. Al momento, il bilancio parla di almeno 50 morti.

Il maltempo flagella il sud del Brasile

E’ salito ad almeno 50 il numero di morti causati dall’ondata di maltempo che si è abbattuta sullo stato brasiliano di Rio Grande do Sul nell’ultima settimana. Un bilancio destinato a salire “sostanzialmente” secondo il governatore Eduardo Leite “quando saremo in grado di raggiungere tutte le località da giorni completamente isolate e potremo verificare le vite perdute”. I dispersi ufficiali sono 68. I violenti temporali hanno causato frane, smottamenti ma soprattutto allagamenti.

La situazione sulle strade e nelle case

La circolazione su almeno 188 autostrade è interrotta e decine di ponti sono stati travolti e distrutti dalla furia dell’acqua. Secondo le società di gestione circa 281 mila immobili sono rimasti senza elettricità e 441 mila non hanno accesso all’acqua. Quasi 33 mila persone hanno dovuto abbandonare le proprie case. Le scuole sono chiuse in tutto lo stato. Occhi puntati sulla capitale Porto Alegre dove il fiume Guaiba ha superato il livello storico record di 4,96 metri esondando e lasciando sott’acqua gran parte della città. La piena ha superato quella dell’ultima alluvione del 1941 quando il Guaiba raggiunse i 4,76 metri. L’aeroporto di Porto Alegre è stato chiuso a tempo indeterminato. Il governo federale – che aveva già decretato lo stato di calamità – ha inviato 100 militari della guardia nazionale che si aggiungono ai 75 agenti della polizia stradale federale e alle truppe delle forze armate che sono già state messe a disposizione del governo locale.

Fonte Ansa

redazione

Recent Posts

Mosca blocca l’accesso in Russia a 81 media Ue

La guerra corre sul web. In risposta alla chiusura da parte della UE dell'accesso dall'Europa…

25 Giugno 2024

Sace: “L’export di beni italiani è in aumento”

Il report di Sace ha evidenziato che, l’export di beni italiani, subirà un incremento del…

25 Giugno 2024

Cina: proteste contro le sanzioni dell’Ue

La Cina ha protestato contro l’Unione Europea per la decisione di imporre sanzioni nei confronti…

25 Giugno 2024

Toninelli (Ispi): “Le conseguenze di un conflitto tra Libano e Israele”

Le tensioni sempre più forti tra l’esercito israeliano e Hezbollah preoccupano il mondo. Secondo l’Alto…

25 Giugno 2024

Valditara: “La scuola deve rimettere al centro la persona”

Il Ministro dell'Istruzione, Giuseppe Valditara, è intervenuto alla conferenza stampa sulla Relazione annuale al Parlamento…

25 Giugno 2024

Mantovano: “Scarsa consapevolezza di quanto fa male qualsiasi tipo di droga”

A Palazzo Chigi si è svolta la conferenza stampa sulla Relazione annule al Parlamento sul…

25 Giugno 2024