BATMAN CONTRO SUPERMAN: A MARZO IL FILM “DAWN OF JUSTICE”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:10

Che il Pipistrellone di Gotham potesse un giorno dare battaglia all’Uomo d’acciaio, esulava anche dai più rosei sogni (o incubi) dei rispettivi fan. Eppure la magia degli effetti speciali – e di trame forse dimentiche delle opere originali – hanno reso possibile l’inimmaginabile. “Batman v Superman: Dawn of Justice” uscirà nel marzo 2016. La regia è Zack Snyder, il film è stato scritto da Chris Terrio riprendendo una sceneggiatura di David S. Goyer.

Il probabile Blockbuster della prossima stagione cinematografia non poteva non annoverare tra le sue linee attori di tutto rispetto tra i quali spiccano il due volte Premio Oscar Ben Affleck (nel ruolo di Batman un po’ “imbiancato”) Henry Cavill (in quello di Superman) Amy Adams, Diane Lane, Laurence Fishburne, Gal Gadot, Jesse Eisenberg e il Premio Oscar Jeremy Irons nel ruolo del maggiordomo Alfred.

La trama appare poco plausibile, ma sicuramente ricca di colpi di scena. Temendo le azioni di un supereroe simile a un dio lasciato senza controllo, il formidabile e vigoroso vigilante di Gotham City affronta il venerato salvatore moderno di Metropolis, mentre il mondo cerca di capire di quale tipo di eroe ha davvero bisogno. E con Batman e Superman in guerra tra loro, una nuova minaccia misteriosa appare rapidamente, mettendo l’umanità in un pericolo maggiore di qualsiasi cosa abbia mai conosciuto.

La sceneggiatura è basata sui personaggi dell’universo di Superman, creati da Jerry Siegel & Joe Shuster, sui personaggi di Batman, creati da Bob Kane, e su quelli del mondo di Wonder Woman (sì, ci sarà anche lei, interpretata dalla Gadot) creati da William Moulton Marston, e apparsi nei fumetti pubblicati dalla DC Entertainment. Unico assente, a quanto pare, Spiderman…ma nella Hollywood dei tanti sequel-prequel e delle poche novità, è d’obbligo dire “Mai dire mai”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.