Stati Uniti: un giovane uccide tre persone e poi si suicida

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:04

Prima ha sparato e ucciso tre persone, poi ha rivolto l’arma contro se stesso e si è tolto la vita: è successo nel South Dakota, Stati Uniti. Secondo quanto riportato dal Los Angeles Time, il responsabile di quello che sembra un caso di omicio-suidicio sarebbe un 22enne di nome Richard Arbach.

La tragedia è avvenuta in un’abitazione di Sisseton, cittadina di 2.500 persone, nella riserva indiana del South Dakota, vicino al lago Traverse: al bilancio delle tre vittime, non ancora identificate, si aggiunge anche un ferito che versa in gravi condizioni.

Sisseton, la più grande comunità della Riserva Lago Traverse, si trova nella zona orientale dello Stato e si espande per sette contee tra il Sud e il North Dakota: qui vivono i Sisseton Wahpeton Oyate, una tribù nativa americana che conta 14mila membri in tutto il Paese.

La comunità è in stato di shock: non è ancora chiaro il movente che avrebbe spinto il giovane a compiere la strage. Nella zona i crimini efferati sono rari: secondo un rapporto dell’Fbi, nello Stato sono stati registrati solo 20 omicidi nel 2013, uno dei tassi più bassi degli Usa.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.