Una finestra sui vigneti per sedurre il turista

L'iniziativa di un imprenditore di San Gusmè diventa itinerante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:48
Turisti

Una vera finestra sui vigneti. Una finestra antica posizionata sulla collina per attirare l’attenzione dei turisti ed è risultata una scommessa vinta. L’idea parte da San Gusmè, piccolo borgo del senese. Si tratta della prima finestra itinerante che andrà ad incorniciare vigneti, colline e boschi della Toscana.

Un modo per richiamare l’attenzione dei visitatori sul paesaggio chiantigiani e non solo, in un anno così difficile per il turismo soprattutto quello straniero. In realtà non è una finestra qualsiasi ma è quella che da quasi tre anni campeggia nel giardino privato dell’imprenditore Lorenzo Vanni, titolare di una piccola attività di affitto turistico a San Gusmè che ha fatto da sfondo a migliaia di foto, selfie e non, diventando una meta turistica.

La finestra itinerante per i turisti

Potrebbe essere un’idea portare la mia finestra in giro per la Toscana, visto il successo che ha avuto qui, un modo semplice per attirare chi ama il bello nelle nostre terre, dal paesaggio ai prodotti enogastronomici”, racconta Vanni all’ANSA, in un’estate vissuta in affanno dal punto di vista turistico, con la struttura rimasta aperta solo ad agosto con clientela italiana.

I quattro vigneti del paesaggio toscano

Nato a San Gusmè nel comune di Castelnuovo Berardenga, Vanni, dopo aver vissuto a Firenze, decide qualche anno fa di tornare a vivere nel Chianti. E qui, con grande fiuto, ha fatto una cosa molto semplice: davanti al paesaggio mozzafiato delle colline e dei vigneti ha piazzato una finestra che era nella casa contadina prima del restauro. “E’ stata una semplice intuizione raccogliere i quattro ingredienti del paesaggio toscano, ossia bosco, vigneto, uliveti e cipressi – racconta Vanni – del resto per evidenziare la grande bellezza del Chianti basta anche una vecchia finestra. Si vede che facevo il venditore e ora mi trovo ad essere il butta dentro per presentare paesaggio, tradizione e bellezza della mia terra”. Il giardino di Vanni è anche il luogo per incontri e cene. Proprio sabato scorso, all’ultima cena,  hanno partecipato 11 aziende vitivinicole del territorio per esaltare ancora una volta i tesori del territorio.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.