Intervento

Perché la diffusione del Made in Italy è a rischio

Le statistiche pubblicate dall’Istat e relative al 2023 hanno sottolineato che, l’export dei prodotti agroalimentari italiani, nei dodici mesi passati, ha raggiunto il livello record di 64 miliardi di euro, che è riuscita a lambire in maniera molto decisa anche il mercato asiatico, arrivando alla soglia dei 5,5 miliardi nell’area. Tutto ciò è avvenuto grazie al prezioso lavoro quotidiano dei nostri agricoltori che ci ha permesso di raggiungere un notevole primato al livello europeo, con il numero più elevato di specialità Dop/Igp/Stg riconosciute, che ammontano a ben 325 tipologie.

La grande diffusione delle eccellenze dell’agricoltura Made in Italy però, nel delicato contesto internazionale che stiamo passando, è messa a rischio. Mi riferisco in particolare alle difficoltà di navigazione nel Mar Rosso causate dagli attacchi degli Houthi alle navi mercantili, che stanno progressivamente portando ad un allungamento delle rotte seguite e, di conseguenza, a dei possibili aumenti dei prezzi per la conservazione dei prodotti freschi e dei costi per il trasporto per altri, come ad esempio il vino italiano di cui, la Cina, è uno dei primi consumatori al mondo.

Acli Terra, insieme alle altre organizzazioni di rappresentanza del mondo agricolo e rurale, è al fianco degli agricoltori per far sì che, il loro lavoro venga tutelato e i loro sforzi per la diffusione delle eccellenze dei nostri territori, non siano vanificati dall’insensatezza della guerra e dalla mancanza di dialogo tra le nazioni che, in ogni caso, incrementano le sofferenze umane e materiali della popolazione inerme a cui, come cristiani, abbiamo il dovere di opporci.

Nicola Tavoletta

Recent Posts

Chi erano i santi Quirico e Giulitta

Santi Quirico e Giulitta, martiri, Iconio (Turchia), ?- Tarso (Turchia), 304 ca. Giulitta, nobile e…

16 Giugno 2024

Campagna Apmo contro il rischio cecità. Sos prevenzione

Il principale obiettivo dell'Associazione pazienti malattie oculari (Apmo) è di evitare ipovisione e cecità. "Vogliamo…

16 Giugno 2024

“E’ più bello insieme”: iniziativa Caritas per l’infanzia ucraina

Iniziativa Caritas per l'Ucraina: vacanze solidali per settecento bambini. Con l'arrivo del primo gruppo di…

16 Giugno 2024

Perché la fede è come un seme

Come un piccolo granello di seme formerà un giorno un albero meraviglioso, così è la…

16 Giugno 2024

“Spostapoveri”: scelta ecologica razionale o necessità sociale?

Lo “spostapoveri” è un termine (reso famoso e consacrato da un film del 2021, dal…

16 Giugno 2024

Tre parabole per imparare dalla natura

Siamo al capitolo quarto del vangelo di San Marco, il capitolo delle parabole. L'evangelista ne…

16 Giugno 2024