Glocal News

Perché i meteoriti in Antartide stanno diventando un problema

I meteoriti dell’Antartide stanno diventando un problema. Si stima che nel Continente Ghiacciato ci siano tra 300.000 e 850.000 meteoriti non ancora raccolti. Il freddo finora li ha conservati in superficie. Ma il cambiamento climatico e il conseguente scioglimento dei ghiacci rischia di farci perdere le preziose informazioni che trasportano dallo spazio profondo.

Meteoriti in Antartide

In Antartide, le centinaia di migliaia di meteoriti che si stima siano sparsi nel continente e che devono ancora essere raccolti potrebbero presto andare perduti a causa del cambiamento climatico, e con loro le preziose informazioni che trasportano: lo scioglimento dei ghiacci li farà sprofondare ad un ritmo di circa 5.000 all’anno, rendendoli quindi inaccessibili.

Lo afferma lo studio guidato dalla Libera Università di Bruxelles e pubblicato sulla rivista Nature Climate Change, che sottolinea la necessità di sforzi concertati per raccogliere quanti più meteoriti possibili prima che diventi impossibile farlo.

Più del 60% dei meteoriti presenti nelle collezioni attuali sono stati raccolti in Antartide e si stima che ce ne siano ancora tra 300.000 e 850.000 che aspettano di essere trovati. I ricercatori guidati da Veronica Tollenaar e Harry Zekollari hanno messo a punto un algoritmo basato sull’Intelligenza Artificiale che mette insieme, da un lato, la distribuzione dei meteoriti rimasti nel continente antartico e, dall’altro, le proiezioni sui diversi possibili scenari climatici causati dal riscaldamento globale in atto. Hanno così scoperto che, nei prossimi decenni, circa 5.000 meteoriti ogni anno potrebbero sparire, indipendentemente dalla quantità di emissioni di gas serra.

Il problema dello scioglimento dei ghiacci in Antartide

Secondo i trend attuali, che porteranno ad un aumento delle temperature di 2,6-2,7 gradi rispetto ai livelli preindustriali, diventerà inaccessibile il 28-30% dei meteoriti sparsi nell’Antartide, percentuale che però aumenta fino al 76% se le emissioni di CO2 aumenteranno ulteriormente. I dati mostrano che alcune regioni, come quella orientale, sono particolarmente a rischio, portando ad una perdita anche della metà dei meteoriti in aree più densamente popolate da queste ‘rocce spaziali’ cadute sulla Terra.

Fonte: Ansa

redazione

Recent Posts

Sant’Apollinare: cosa significa il suo nome

Sant'Apollinare, vescovo e martire, patrono di Ravenna e dell'Emilia Romagna. E' originario di Antiochia. La…

20 Luglio 2024

Cure gratuite per i poveri in Uganda. Missione-Kasese

In missione in Uganda dalla parte degli ultimi. A causa della povertà e della conseguente…

20 Luglio 2024

Alzheimer: corsa contro il tempo per i nuovi farmaci

Alzheimer: corsa contro il tempo per individuare protocolli che consentano terapie, cure e prevenzione. La…

20 Luglio 2024

Quali sono le priorità del mandato di von der Leyen

Ursula von der Leyen è stata rieletta per un secondo mandato alla guida della Commissione…

20 Luglio 2024

Fra Emiliano: “Fermiamoci per valorizzare i nostri pensieri”

Ad Avezzano (Aq), a poco più di un'ora da Roma esiste un santuario dedicato alla…

20 Luglio 2024

Solitudine, uno dei problemi più diffusi nella terza età

La solitudine, nella Terza e Quarta età, è una delle problematiche più diffuse del nostro…

20 Luglio 2024