Florence: la 18esima vittima è un neonato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:48

E' un neonato la diciottesima vittima del passagio dell'uragano Florence. Un grosso tronco ha colpito la sua casa mobile, dove viveva la famiglia, spezzandola in due. L'albero ha lasciato illesi i genitori uccidendo purtroppo il piccolo di soli tre mesi. Tra le vittime, una 30enne della Carolina del Sud deceduta dopo che la sua automobile ha sbandato, finendo contro un albero. Morta anche una donna di 61 anni: la vittima è perita dopo aver colpito con la sua auto un arbusto che a causa dei forti venti era caduto sulla strada. Secondo i media statunitensi, dei 18 morti 10 sono stati registrati nel North Carolina, mentre i restanti nel vicino Sud. 

Depressione tropicale

Benché  declassato a depressione tropicale, Florence rimane ancora pericoloso a causa delle forti piogge e si estende su sei Stati, con la Carolina del Nord che resta nell'occhio del ciclone. Si teme l'esondazione di importanti corsi d'acqua e l'inquinamento provocato dallo spargimento di materiali di scarto provenienti da discariche, impianti a carbone e imprese zootecniche. Intanto i soccorritori stanno lavorando per salvare i residenti delle zone allagate nel North Carolina, dove diverse comunità sono ancora isolate. Tra le località isolate, quella di Wilmington, con i suoi 120 mila abitanti, dove saranno inviati oggi per via aerea cibo e acqua. Il governatore del North Carolina è stato chiaro, parla di “danni significativi nonostante la tempesta sia stata declassificata a tropicale. L'uragano Florence si sta muovendo molto lentamente con ingenti quantità di acqua”.

Per questa settimana è stata diramata un'allerta alluvioni. Finora sono caduti da 45 a 100 cm di pioggia, a seconda delle zone. Ryan Maue, un meteorologo della società Weathermodels.com, ha calcolato che in sette giorni cadranno 68 mila miliardi di litri d'acqua in Nord e Sud Carolina, Virginia, Georgia, Tennessee, Kentucky e Maryland. Una quantità d'acqua pari a quella della intera Chesapeake Bay. Il presidente Donald Trump ha utilizzato Twitter per esprimere il proprio cordoglio alle vittime, si è complimentato per la gestione dell'emergenza operata dall'Agenzia federale per la gestione delle emergenze e visiterà gli Stati colpiti probabilmente in settimana.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.