Chiesa Cattolica

Emergenza-carcere: appello della Cei

Allarme carcere. La popolazione detenuta continua a crescere. A fronte di 51.272 posti ufficialmente disponibili, le persone sono oltre 60mila. Con un tasso di affollamento medio del 117,2% e una situazione gravissima in alcuni istituti. Un report di Antigone fotografa la situazione delle carceri italiane a fine 2023. “Fra un anno si supereranno le 67mila presenze come ai tempi della condanna della Corte europea dei diritti dell’uomo», dichiara a Vita Alessio Scandurra, coordinatore dell’Osservatorio sulle condizioni di detenzione dell’associazione. Giustizia, assistenza sanitaria, rieducazione e umanità devono incontrarsi per restituire alla pena quella sua funzione di ricostruzione di una nuova vita, una funzione che pare essersi persa tra sovraffollamento e mancanza di speranza“. Il sovrafollamento e le condizioni di vita nelle carceri sono “un problema urgente da risolvere con umanità”, ribadisce il cardinale Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna e presidente Cei, parlando delle emergenze da risolvere nelle carceri. Durante la visita del cardinale Zuppi al carcere bolognese, è stato ritrovato senza vita il corpo di una donna. ”Le ipotesi della dinamica e sulla volontarietà o meno del gesto sono al vaglio degli inquirenti”, sottolinea la diocesi.
Foto di Larry Farr su Unsplash

Sos carcere

“Ventisei suicidi in carcere nel corso di quest’anno corrente sono una cifra spaventosa che supera ogni possibile infausta previsione. Dopo i dati già allarmanti del 2022 e del 2023. Inoltre ci stiamo avvicinando al numero di detenuti nelle carceri italiane raggiunto nel 2013, che aveva determinato la condanna dell’Italia da parte dell’Europa con la sentenza Torreggiani per il trattamento inumano e degradante dei detenuti”, ha detto a Udine il presidente della Unione delle Camere Penali Italiane, Francesco Petrelli. Un intervento a margine dell’incontro organizzato per i 60 anni della Camera Penale friulana. “Il 20 marzo a Roma abbiamo fatto una manifestazione nazionale – ha proseguito Petrelli – alla quale hanno partecipato politici di entrambi gli schieramenti, governo e opposizione, proprio perché abbiamo ritenuto di dover richiamare la responsabilità della politica tutta alla gestione di un’emergenza che ormai sta raggiungendo limiti intollerabili“.
Fonte: Cei

Sovraffollamento

“Se si continua con la progressione di circa 400 ingressi ogni mese – ha precisato Petrelli – è chiaro che raggiungeremo molto presto la quota critica per la Corte europea dei diritti umani. Al governo abbiamo chiesto di prendere in esame la proposta Giacchetti-Bernardini – ha concluso – che già si trova davanti alla Commissione Giustizia della Camera, relativa all’ipotesi di liberazione anticipata speciale, che potrebbe determinare un’immediata decompressione del sovraffollamento. Fenomeno che fa da catalizzatore a tutta una serie di altre disfunzioni e carenze del sistema carcere maturate negli anni”.
Giacomo Galeazzi

Recent Posts

Toninelli (Ispi): “Le conseguenze di un conflitto tra Libano e Israele”

Le tensioni sempre più forti tra l’esercito israeliano e Hezbollah preoccupano il mondo. Secondo l’Alto…

25 Giugno 2024

Valditara: “La scuola deve rimettere al centro la persona”

Il Ministro dell'Istruzione, Giuseppe Valditara, è intervenuto alla conferenza stampa sulla Relazione annuale al Parlamento…

25 Giugno 2024

Mantovano: “Scarsa consapevolezza di quanto fa male qualsiasi tipo di droga”

A Palazzo Chigi si è svolta la conferenza stampa sulla Relazione annule al Parlamento sul…

25 Giugno 2024

Mattarella: “Dall’Intelligenza Artificiale nuove sfide alla finanza”

Il messaggio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Paolo Savona, presidente della Consob (acronimo…

25 Giugno 2024

Vescovo Pescara: “Per i giovani serve solidarietà pedagogica”

Mons. Tommaso Valentinetti, vescovo di Pescara, ha commentato al Sir l’omicidio di un giovane 17enne…

25 Giugno 2024

Xi a Duda: “Portare relazioni Cina-Polonia a un livello più alto”

Il presidente cinese Xi Jinping ha incontrato l'omologo polacco Andrzej Duda, in visita di stato…

25 Giugno 2024