I VIGILI DELLA CAPITALE LASCIANO LE FERIE PER SOCCORRERE I TERREMOTATI I municipi hanno attivato i punti di raccolta per i beni di prima necessità da destinare alle persone colpite dal sisma

533
vigili roma

Roma solidale con i terremotati. I vigili capitolini hanno lasciato le loro ferie e sono partiti alla volta di Amatrice, frazione in provincia di Rieti, per soccorrere per assistere le persone terremotate. Numerosissime le adesioni alla “chiamata alle armi” nel solco dello spirito del Corpo – ovvero dove c’è dolore ci sono i vigili – ma a base volontaria.

Un primo contingente è partito questa mattina. Il gruppo – composto da due veicoli fuoristrada, 3 veicoli ordinari e due motociclette per un totale di 20 agenti – si è diretto alla volta delle zone interessate dal sisma magnitudo 6.0 del 24 agosto notte, mettendosi a disposizione della Prefettura di Rieti. Il contingente sarà guidato dalla Vicecomandante Raffaella Modafferi che, una volta presi i primi contatti sul posto, lascerà il comando del nucleo a Stefano Napoli, dirigente del gruppo Marconi. I contingenti verranno sostituiti con cadenza settimanale. Le attività della Polizia di Roma Capitale saranno prevalentemente di ausilio alla logistica, di scorta ai convogli umanitari ed altre attività che il coordinamento locale riterrà opportuno assegnare.

Anche i municipi si sono attivati. Dopo la promessa della sindaca Raggi di sostegno e aiuto concreto, è arrivato il via libera del Campidoglio alle raccolte di generi di prima necessità per le popolazioni colpite dal sisma. La Sindaca ha chiesto ai Presidenti dei Municipi di mettere a disposizione un punto dove i cittadini potessero recarsi per donare vestiario, generi alimentari e prodotti per l’igiene. Conclusasi l’operazione, i beni saranno consegnati da Roma Capitale al Dipartimento Nazionale di Protezione Civile. I cittadini potranno visionare il luogo prescelto per la raccolta solidale consultando il sito istituzionale del comune di Roma.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS