ALEZIO, 15ENNE MUORE DOPO UNA CADUTA DA UNA GIOSTRA Samuele Piro aveva partecipato poco prima alla processione per l’Assunzione

933

Tragedia in provincia di Lecce, in Puglia. Un ragazzino di 15 anni, Samuele Piro, è morto stanotte all’ospedale dopo che ieri sera aveva battuto violentemente il torace contro il passamano del “Tagadà”, una giostra meccanica a forma di disco sul cui perimetro sono disposti una serie di divanetti che guardano verso il centro della stessa attrazione.

Il giovane si sarebbe alzato in piedi per una prova estrema di equilibrio, cadendo poi sul passamano. Una volta a terra, ha poi tentato di rialzarsi perdendo conoscenza subito dopo. Le sue condizioni sono apparese subito gravissime ai sanitari del 118 che lo hanno trasportato d’urgenza all’ospedale Vito Fazi di Lecce dove, però, è deceduto verso le due di questa mattina

La giostra si trova in un’area allestita provvisoriamente a parco giochi ad Alezio, nel Salento, in occasione della festa della Madonna della Lizza (nome arcaico di Alezio). Di proprietà di un giostraio di Gallipoli, l’attrazione è stata sequestrata su disposizione del pm di turno del Tribunale di Lecce, Emilio Arnesano. Da fonti investigative, la giostra sarebbe in regola con le norme sulla sicurezza e l’incidente mortale potrebbe essere riconducibile a una tragica fatalità. Poche ore prima Samuele, studente dell’istituto Alberghiero di Nardò, aveva partecipato alla processione dell’Assunta portando lo stendardo dell’Ordine francescano secolare per le strade del paese, che ora si strige intorno alla famiglia.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS