GLI SCATTI DI CLAUDIA ANDUJAR IN MOSTRA ALL’AMBASCIATA DEL BRASILE A ROMA La mostra sarà visibile fino al 30 giugno presso la Galleria candido Portinari

621
Claudia Andujar

“Brasile: erede di culture ancestrali”. Si intitola così la mostra fotografica di Claudia Andujar che sarà esposta fino al 30 giugno presso la Galleria Candido Portinari, nel piano terra di Palazzo Panphilij di Piazza Navona, sede dell’ambasciata del Brasile. Svizzera ma brasiliana di adozione, Claudia Andujar trova nella fotografia il linguaggio che le serve per decifrare una cultura, quella di San Paolo, a lei fino a quel momento sconosciuta.

“II mio interesse è sempre stato e continua ad essere sapere il perché le persone fanno quel che fanno. Ciò che genera il comportamento affonda le sue radici nella cultura, ma scaturisce anche da fattori psicologici”, afferma la fotografa che, attraverso gli scatti in mostra, riporta lo spettatore nel Brasile degli anni ’60 mostrando uno squarcio della vita quotidiana delle famiglie autoctone.

Le prime immagini di questo progetto furono fatte in un villaggio dl indigeni Bororo del Mato Grosso presso il quale l’Autrice trascorse circa un mese. Fu solo l’inizio di un’avventura durata per oltre 40 anni che portò l’artista a diventare un punto di riferimento per la comunità aborigena brasiliana fino ad essere minacciata di morte dai garimpeiros (i cercatori d’oro) per la strenua difesa dei loro diritti. La storia di Claudia Andujar è raccontata nel documentario “A estrangeira”, che verrà proiettato il 9 e il 10 giugno, alle ore 19, presso l’auditorium del Centro Culturale Brasile-Italia (CCBI).

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS